Cassaro, incendio della Necropoli di Pantalica: Bongiovanni chiede un Consiglio comunale urgente per quantificare i danni

Il consigliere di opposizione scrive al sindaco e al presidente del Consiglio comunale, invitando ad inviare il tutto in Prefettura e verificare che non vi siano responsabilità degli organi competenti di prevenzione degli incendi

foto di repertorio

Un Consiglio comunale urgente per quantificare l’incendio che ha distrutto Pantalica e per quantificare i danni. A chiederlo è Sebastiano Bongiovanni, capogruppo di “insieme per il futuro” che con una nota inviata al sindaco del Comune di Cassaro Mirella Garro e al presidente del Consiglio comunale Oriana Randone, chiede la convocazione di un Consiglio comunale urgente. Oggetto della discussione: relazione dettagliata dei danni causati dall’incendio subito nei giorni scorsi ed inviare il tutto in Prefettura e verificare che non vi siano responsabilità degli organi competenti di prevenzione degli incendi.

Poco più di una settimana fa, infatti, un incendio di enormi proporzioni che negli in tre giorni ha mandato in fumo diversi ettari della Necropoli di Pantalica. Fiamme che a causa del grande caldo di quei giorni e del forte vento, erano diventate difficili da domare dai volontari di Protezione Civile e dai Vigili del Fuoco.

L’incendio, nel momento di massima estensione si era esteso fino alle porte di Cassaro, creando una piccola emergenza, tanto che l’amministrazione comunale aveva lanciato sulla pagina Facebook del Comune l’urgente bisogno di acqua, appellandosi a chiunque potesse far attingere da piscine e gebbie, dato che parti del paese erano senza corrente elettrica e minacciate dalle fiamme. Emergenza fortunatamente rientrata dopo pochi minuti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi