Palazzolo Acreide, ritrovato a Catania il giovane che aveva fatto perdere le proprie tracce

Sono passate ormai 24 ore dalla scomparsa del giovane palazzolese Arnaldo Musso Iudica e si rafforza l'ipotesi dell'allontanamento volontario

Aggiornamento – È sano e salvo il ragazzo che aveva fatto perdere le proprie tracce oltre un giorno fa da Palazzolo Acreide. Stamattina un utente che aveva letto la segnalazione sui social, lo ha fermato a Catania vicino la redazione del gionrale “La Sicilia”. Il ragazzo è stato poi raggiunto dai genitori ed è ritornato a casa. La condivisione aveva raggiunto numerosi utenti che avevano condiviso l’angoscia dei genitori.

Sono passate 24 ore dalla scomparsa del giovane palazzolese Arnaldo Musso Iudica e si rafforza l’ipotesi dell’allontanamento volontario. Arnaldo è irrintracciabile da ieri, non dà più sue notizie da quando è uscito, affermando ai suoi che stava andando a mare.

Da quel momento– racconta il fratello Alessandro- non abbiamo più notizie. Abbiamo ritrovato la macchina al solito posto, solo che stavolta c’era un biglietto con scritto “starò bene, grazie“.

Immediatamente scattate le indagini dei Carabinieri, qualcuno ha dichiarato di averlo visto allontanarsi da Palazzolo Acreide con l’autobus diretto per Catania. Indossava una maglietta smanicata nera, pantaloni e stivali militari luccicanti.

E’ certo – spiega il fratello- che sia sceso a Catania intorno alle dieci e un quarto di mattina, dopo non sappiamo cosa sia successo. Purtroppo al momento non abbiamo alcuna notizia, né segnalazioni. So che stava cercando se stesso e siamo pronti a qualsiasi decisione prenda, vorrei che si facesse sentire, tutto qui

Da Palazzolo, le ricerche potrebbero quindi spostarsi a Catania, anche se resta il dubbio che il giovane palazzolese abbia potuto prendere un altro bus, un treno o magari fare l’autostop e lasciare Catania o la Sicilia. Inutili i tentativi dei familiari di contattarlo telefonicamente.

Con il passare delle ore l’angoscia dei parenti è diventata insostenibile e al fratello, ai familiari e agli amici non resta che rinnovare l’appello affiché il giovane si rifaccia vivo. “Accettiamo ogni tua scelta– conclude il fratello Alessandro – facci solo sapere che stai bene“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi