In tendenza

A Buccheri una grande opera di pulizia della falesia di Ragameli

Grazie agli arrampicatori accademici, soccorritori specializzati e guide alpine del Cai, sono stati rimossi un’ingente quantità di rifiuti che giacevano in una falesia

Una bellissima iniziativa destinata a soli 3 Comuni in Italia (uno in Trentino e due in Sicilia) che ha interessato il Comune di Buccheri. Grazie agli arrampicatori accademici, soccorritori specializzati e guide alpine del Cai, sono stati rimossi un’ingente quantità di rifiuti che giacevano in una falesia nei pressi di contrada Ragameli in Buccheri, zona molto in voga tra gli arrampicatori di tutt’Italia.

Dalla falesia è stato rimosso di tutto, da materiali ferrosi d’ogni genere, a sacchi di plastiche e gomme di autovetture e finanche relitti di automobili che giacevano lì da tempi immemori ( oltre 40 anni). Un’operazione condotta dall’associazione Sunnyclimb con la collaborazione del Comune di Buccheri che ha messo a disposizione mezzi ed attrezzature varie. Le operazioni, condotte alla presenza e con la collaborazione del vice Sindaco Francesca Ingannè, dell’assessore al Territorio e Ambiente Francesco d’Angelo e dalla vice presidente del Consiglio comunale Manuela Fisicaro, è stata altresì coadiuvata da Francesco Randone, membro della locale Associazione Aeop di Buccheri.

“Siamo entusiasti del risultato ottenuto – commenta il Sindaco Alessandro Caiazzo – che dimostra come la cura dell’ambiente e del territorio si debba non solo professare, ma attuare con fatti concreti. Ringraziamo di vero cuore i membri dell’associazione SunnyClimb, nella persona del presidente Massimo Faletti, che ha deciso di impegnarsi in uno dei luoghi più suggestivi e belli del nostro territorio, e, da oggi, anche un po’ più pulito”.

Buccheri, da sempre Comune Ibleo con la più alta densità di boschi e bellezze naturalistiche, ha scommesso ormai da tempo su percorsi naturalistici, cura del paesaggio e mantenimento degli ecosistemi ambientali, divenendo l’oasi di benessere degli Iblei in cui i visitatori possono immergersi in una natura ed in ambienti naturali molto simili a quelli del Trentino. Un toccasana per lasciarsi alle spalle la vita caotica della città e per riscoprire il vero contatto tra l’essere umano e natura.

“Il progetto “Climb and Clean” è supportato da SCarpa, azienda italiana leader nella produzione di calzature da montagna e per le attività outdoor, da sempre portavoce di una cultura di rispetto per l’ambiente. Recentemente ha lanciato il suo “Green Manifesto”, un impegno programmatico che enuncia i principi sostenibili dell’azienda e li concretizza in nuove azioni, finalizzate ad allineare l’attività ai migliori standard internazionali. Tra le prime iniziative, energia solo da fonti rinnovabili e un gruppo di Sustainability Ambassador all’interno dell’azienda”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo