In tendenza

A Canicattini arrivano le fototrappole E-Killer per vigilare sull’abbandono dei rifiuti

Grazie al sistema di comunicazione online il riscontro dell’abuso sarà immediato, permettendo un veloce intervento degli agenti di Polizia Municipale e l’individuazione dei responsabili dell’abbandono dei rifiuti

Salvaguardare e tutelare il territorio dall’abbandono indiscriminato di rifiuti da parte di chi non prova alcun rispetto per un patrimonio collettivo di valore, così come nei confronti della salute dei cittadini, queste le motivazioni alla base della decisione della Giunta comunale del sindaco Paolo Amenta, su proposta dell’assessore alla Gestione dei rifiuti, Ivan Liistro, di rafforzare i controlli con l’installazione mobile di fototrappole “E-Killer”.

Le fotocamere in dotazione alla Polizia Municipale, con l’ausilio di una società esterna specializzata, saranno posizionate in zone diverse del territorio, e saranno capaci di rilevare, da una distanza maggio-re rispetto alle normali fototrappole, gli abbandoni di rifiuti ingombranti e pericolosi e ogni azione non conforme al corretto conferimento dei rifiuti.

Grazie al sistema di comunicazione online il riscontro dell’abuso sarà immediato, permettendo un veloce intervento degli agenti di Polizia Municipale e l’individuazione dei responsabili dell’abbandono dei rifiuti per il conseguente sanzionamento dell’illecito che, tra l’altro, se non pagato prevede, come disposto dalla 22 dello scorso 10 marzo 2023, la confisca del mezzo usato per abbandonare i rifiuti.

L’Amministrazione comunale di Canicattini Bagni decide, dunque, soprattutto in prossimità dell’arrivo della stagione estiva e della maggiore condivisione del territorio da parte di visitatori, di dare una ulteriore stretta al malvezzo di abbandonare, in modo indiscriminato, rifiuti nelle aree periferiche della città e lungo le strade comunali e provinciali, senza nessuna considerazione, da parte dei responsabili, del danno ambientale, igienico sanitario e di decoro causato.

“L’utilizzo di un sistema tecnologico avanzato e più efficiente di vigilanza, come le fototrappola “E-Killer”, in aggiunta ai controlli che già sono stati predisposti in tutto il territorio – dichiarano il sindaco Paolo Amenta e l’Assessore Ivan Liistro – non fa altro che rafforzare e correggere le cattive abitudini e i comportamenti di persone che non hanno a cuore la tutela ambientale del territorio e la salute dei cittadini. Un malvezzo che come Amministrazione comunale abbiamo deciso vada subito fermato prima di causare danni ancora più gravi all’ecosistema e alla comunità. D’altra parte abbiamo un ottimo sistema di raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti e un’isola ecologica funzionante e aperta anche il sabato, che facilitano un corretto conferimento dei rifiuti, anche ingombranti, anche per chi arriva da fuori, che non giustificano azioni di abbandono e deturpazione di un patri-monio ambientale e paesaggistico unico. Per cui stringiamo ancora di più la cinghia in modo deciso”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni