In tendenza

A Canicattini calano i contagi ma, per sicurezza, il sindaco prolunga le chiusure per altri 3 giorni

Restano chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado in presenza, le aree pubbliche, gli uffici comunali al pubblico e vige il divieto di consumazione di cibi e bevande negli spazi aperti

Il peggio sembra essere passato a Canicattini Bagni per quanto riguarda i contagi Covid, grazie alle misure restrittive adottate e all’impegno e la responsabilità dei cittadini.

Dai controlli giornalieri da parte dell’Asp emerge, infatti, un calo dell’incidenza dei contagi sotto la soglia di allarme e da tre giorni, come sottolinea il sindaco Marilena Miceli, non si registrano nuovi casi se non di qualche soggetto già in quarantena da almeno 10 giorni, in quanto convivente di chi è già risultato positivo.

Per rafforzare e mettere al sicuro questo risultato, allontanandosi ancora di più dalla soglia di allarme, come richiesto dall’Asp, il sindaco Marilena Miceli ha, comunque, già provveduto a disporre il prolungamento di altri tre giorni della sua precedente Ordinanza in scadenza oggi, di chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado in presenza, le aree pubbliche, gli uffici comunali al pubblico e divieto di consumazione di cibi e bevande negli spazi aperti.

Sino a tutto mercoledì 9, pertanto, si dispone:

1. La sospensione delle attività didattiche e amministrative in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado;

2. Il divieto di stazionamento e di assembramento nelle aree e piazze pubbliche, permettendo solo il transito al fine di raggiungere le abitazioni private e gli esercizi commerciali, avendo cura di rispettare il distanziamento interpersonale e l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza personali;

3. Il divieto assoluto di consumare cibi e bevande nelle suddette aree e in tutto il territorio comunale, consentendolo solo nei pubblici locali nel rispetto delle normative in atto vigenti;

4. La chiusura al pubblico degli uffici comunali, garantendo solo i servizi essenziali al cittadino.

“È un ulteriore sacrificio che chiedo a tutti i cittadini – ha dichiarato il sindaco Miceli – per allontanarci ancora di più, così come richiesto dalla stessa Asp, dalla linea rossa della soglia di allarme. Un ulteriore impegno di responsabilità per uscire con sicurezza da questo tunnel e riprendere, come indicato dai decreti, la ripartenza e a far rivivere la nostra città, raccomandando sempre a tutti di aderire alle vaccinazioni e rispettare le misure di prevenzione: uso della mascherina; continua igienizzazione delle mani; mantenimento della distanza interpersonale; divieto assoluto di assembramenti; divieto di incontrare parenti e amici in quarantena”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo