In tendenza

Buccheri, Alessandro Caiazzo scioglie la riserva e si candida per il terzo mandato

Alessandro Caiazzo traccia alcuni dei passaggi salienti che il gruppo RipartiAmo Buccheri proporrà alla cittadinanza e su cui si concentrerà la futura amministrazione

A pochi mesi dalle prossime elezioni Amministrative, cui saranno chiamati, tra gli altri, anche i cittadini del Comune di Buccheri, il sindaco uscente Alessandro Caiazzo annuncia la volontà di ricandidarsi e di correre per il terzo mandato. Una decisione che è stata condivisa con l’attuale gruppo di maggioranza e che rispecchia l’input di quanti hanno apprezzato, in questi anni, il lavoro svolto dall’amministrazione Caiazzo.

“Sono grato al gruppo di maggioranza per l’unanime e compatta fiducia che viene ancora una volta riposta in me e sono onorato di poter dire che siamo pronti a scommetterci nuovamente ed a mettere in campo tutta l’esperienza acquisita in 10 anni di Amministrazione, ben consapevoli delle sfide cui siamo chiamati e coscienti di dover portare a termine gli innumerevoli impegni assunti con i cittadini di Buccheri – le sue parole -. Abbiamo sempre lavorato con dedizione, abnegazione e serietà, non facendoci mai condizionare dagli eventi che, sopratutto negli ultimi anni, si sono susseguiti ed hanno determinato innumerevoli difficoltà, dovute per la maggiore alle contingenze sovra comunali ed all’instabilità geopolitica che sta caratterizzando questo periodo storico. Siamo estremamente soddisfatti di quanto fatto finora, frutto della condivisione sinergica tra Giunta e Consiglio Comunale, tra cittadini attivi ed associazioni culturali, tra imprese d’eccellenza e produttori di caratura mondiale. Azioni specifiche e lavoro costante che hanno consentito all’Amministrazione, da un lato, di completare quanto programmato durante il primo mandato e, dall’altro, di profondere il massimo impegno durante il secondo mandato nel programmare il Paese che è e quello che sarà. Se oggi Buccheri, tra le altre cose, è uno dei Borghi più Belli d’Italia, eccellenza enogastronomica ed olivicola riconosciuta a livello mondiale, attrazione continua di riflettori nazionali ed internazionali e vanto di noi tutti buccheresi, lo si deve senz’altro a tutto quanto detto finora e alle nostre specificità, uniche ed inimitabili. E sulla scorta dei successi ottenuti, oltre a procedere nel virtuoso e costante percorso di crescita del nostro Comune, di promozione delle nostre tradizioni e dei nostri tesori, di creazione di una Comunità solidale e partecipe, di riqualificazione ed implementazione dei servizi e delle offerte culturali e turistiche, le prossime sfide saranno particolarmente incentrate anche su 4 assi strategici; digitalizzazione ed innovazione, transizione ecologica, inclusione sociale, infrastrutture. Non porremo limiti alle idee ed alla progettazione che ne deriverà, ben preparati, anche grazie al nuovo organico comunale, ad affrontare le sfide che lo stesso PNRR ci presenta. Siamo pronti ad affrontare una programmazione, in parte già in atto, che ci consentirà di produrre benessere, innalzare ulteriormente il livello della qualità della vita e, perché no, creare le condizioni affinché sorgano opportunità di lavoro per chi è deciso a rimanere ed investire nel nostro Borgo o per chi oggi, volente o nolente, è stato costretto a cercare opportunità al di fuori del proprio contesto territoriale”.

Alessandro Caiazzo traccia così, in maniera lucida, concreta e puntuale, alcuni dei passaggi salienti che il gruppo RipartiAmo Buccheri proporrà alla cittadinanza e su cui si concentrerà la futura amministrazione.

“Ci ripresentiamo ai cittadini – conclude il sindaco Caiazzo – con la stessa concretezza e passione che ci ha contraddistinti in questi meravigliosi anni di Amministrazione Comunale e siamo determinati nello strutturare una Comunità attiva e viva, ancora più di quanto non lo sia già adesso”.

Per l’occasione, a parlare, a nome dei consiglieri di maggioranza, è anche il capogruppo Denis Basili: “mi sento vicino a quanto espresso dal Sindaco ed aggiungo che continueremo a seguire e sostenere i progetti già avviati ed in corso d’opera e quelli in programmazione, valutando le migliori strategie politiche, amministrative, tecnologiche, ambientali e informatiche che siamo certi in questa epoca influenzeranno sensibilmente l’operato delle Pubbliche amministrazioni. Siamo comunque pronti e competenti, a gestire tali cambiamenti, consapevoli che oggi la parola d’ordine per investire nel futuro è “sostenibilità”. Oggi la sostenibilità è una delle maggiori garanzie d’investimento e di accoglienza delle proposte progettuali oltre ad essere chiaramente sinonimo di qualità della vita e dall’ambiente”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo