https://www.facebook.com/centrocommercialearchimede/

Buccheri, concluso il torneo di calcio a 5 “Tanino Cannata”: successo per la squadra di Vizzini

Durante le premiazioni l’organizzatore Mattia Ingannè ed il suo staff si sono complimentati con tutti i partecipanti ed hanno ricordato Tanino Cannata, artista, pittore e poeta di Buccheri ma anche negli anni ‘60 capitano dalla squadra di calcio del comune ibleo

Si è concluso ieri il torneo di Calcio a 5 “Tanino Cannata” di Buccheri, relativamente alla categoria Under 15. Il torneo proseguirà per un altra settimana per le fasi finali della categoria Over 16. Quest’anno anche la categoria Under 15 ha visto la partecipazione di squadre del comprensorio ibleo, in particolare da Vizzini (CT) e da Buscemi. Ed è stata proprio una squadra di Vizzini, dal nome “I Vizzinesi”, ad aggiudicarsi la vittoria finale, ma a vincere è stato soprattutto lo sport e l’aggregazione sociale.

Questi i verdetti del campo: 1° Classificata I Vizzinesi; 2° Classificata: I Buscemesi; 3° Classificata: I Buccheresi; Capocannoniere: Luca Musarra (I Vizzinesi);  Miglior giocatore: Lorenzo Bontempo (I Buccheresi). Delle piccole coppe ricordo sono poi state consegnate a tutti i piccoli calciatori partecipanti al torneo.

Durante le premiazioni l’organizzatore Mattia Ingannè ed il suo staff si sono complimentati con tutti i partecipanti ed hanno ricordato Tanino Cannata, artista, pittore e poeta di Buccheri ma anche negli anni ‘60 capitano dalla squadra di calcio del comune ibleo con la quale ha vinto 2 Coppe Montelauro.

Leonardo Cannata, figlio di Tanino Cannata, ha poi spiegato meglio a tutti i giovanissimi presenti l’attività del padre, sì artista e poeta, ma anche cultore della storia siciliana ed esteta della bellezza, che ha trascorso gli ultimi anni della sua vita ad archiviare foto, racconti e storie vissute della sicilianità.

È giustissimo – afferma Leonardo Cannata – che alla vostra età voi guardiate al futuro, ed io sono il primo a farlo, ma vi invito anche a guardare al passato della nostra terra e delle nostre famiglie. Noi veniamo da lì, e dobbiamo tutelare e valorizzare la nostra storia e la nostra memoria. E voi nuove generazioni avete un ruolo fondamentale in questo“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo