In tendenza

Buccheri, il Consiglio comunale approva il consuntivo 2019

Il punto è stato approvato e reso immediatamente esecutivo con i sette voti della maggioranza compatta mentre i due consiglieri di minoranza presenti Bennardo e Trigili si sono astenuti

Il Consiglio Comunale di Buccheri approva con i voti della maggioranza, il Conto Consuntivo relativo all’esercizio finanziario 2019. I lavori si sono svolti sempre in modalità telematica con la presenza in Municipio del solo Presidente Garfì, coadiuvato dalla funzionaria di Segreteria Lina Occhipinti e dal Comandante della locale Polizia Municipale Corrado Piccione, per effetto della Determina Presidenziale che ha prorogato al 30 novembre lo status attuale infatti, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha puntualizzato che le pubbliche amministrazioni svolgano le loro adunanze (Giunta e Consiglio Comunale) da remoto.

All’ordine del giorno diramato dal Presidente Gianni Garfì, erano presenti solo 3 punti: il primo che ha visto la nomina virtuale degli scrutatori, nella persone di Concetta Mazzone e Paolo Vinci per la maggioranza e Gaetano Trigili per la minoranza; sempre nel gruppo di minoranza, era assente il Consigliere Petralia.

Sono stati approvati all’unanimità i verbali della seduta precedente dopo di che si è passati alla trattazione del conto consuntivo; il presidente ha esposto l’argomento ai consiglieri spiegando l’iter di come si è arrivati a trattare il punto con ritardo, dovuto a diverse motivazioni di carattere tecnico e difatti, la Regione, seppur la Giunta municipale aveva approvato il documento, il Revisore dei Conti ne aveva espresso parere positivo ed era in fase di calendarizzazione nel Consiglio comunale, ha nominato il Commissario ad Acta nella persona del funzionario ispettivo Enzo Abbinanti da Palermo.

Lo stesso, dopo essersi insediato ad inizi ottobre, ha invitato il presidente a informare i consiglieri che il documento era depositato agli atti in Segretaria e che doveva essere necessariamente trattato; la mancata approvazione comportava l’azione sostitutiva.

L’esposizione tecnica invece è stata fatta dal dottore Vito Di Pietro, anch’egli collegato in remoto difatti, ha esposto una sua relazione esplicativa, facendo emergere con chiarezza il perchè del disavanzo tecnico e dei fondi di dubbia esigibilità.

Anche il primo cittadino Alessandro Caiazzo, presente e collegato insieme al suo vice Francesco Dangelo, è intervenuto per un aspetto prettamente politico. Il punto quindi, è stato approvato e reso immediatamente esecutivo con i sette voti della maggioranza compatta mentre i due consiglieri di minoranza presenti Bennardo e Trigili si sono astenuti.

Fatto ciò, il presidente ha dato disposizioni al Segretario di preparare gli atti ufficiali e trasmetterli tempestivamente al commissario ad acta, entro fine settimana.

A seguire le comunicazioni del primo cittadino che vertevano nella problematica Covid 19 per lo più.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo