In tendenza

Buccheri, il sindaco Caiazzo fa il punto sulla situazione contagi e sulla prossima aperture delle scuole

Il sindaco chiede ad Asp e Regione un provvedimento per consentire ai sindaci la chiusura delle scuole e l'obbligo di Dad per almeno una settimana

Oltre 40 soggetti positivi nel Comune di Buccheri, con un numero di contagi mai visti, in così poco tempo, neanche nella fase di maggior virulenza pandemica. Questi i numeri comunicati dal sindaco Alessandro Caiazzo che si dice molto preoccupato.

E la situazione – dice il primo cittadino – non accenna a migliorare, con l’Asp in grosso affanno con i tracciamenti e con l’esecuzione dei tamponi molecolari di conferma; e non potrebbe essere diversamente, vista la velocità con cui la nuova variante si propagaUna condizione che molti definiscono fuori controllo.”

E se da un lato non si registrano particolari criticità sanitarie per i soggetti positivi, sopratutto se vaccinati, dall’altro si rischia di andare verso un concreto rischio di paralisi dei servizi, dovuto alla continua messa in quarantena di cittadini che entrano in contatto con soggetti positivi o che sono essi stessi positivi.

Tra le altre decisioni che sto valutando in queste ore – prosegue il sindaco Caiazzo – rispetto ad eventuali misure restrittive da applicare nel mio comune, occorre intervenire con immediatezza al fine di scongiurare la diffusione del virus anche tra gli ambienti scolastici. Per tale ragione confido in un’immediata presa di posizione dell’Asp e della Regione affinché mettano in condizione i sindaci di emanare le ordinanze di chiusura, per non meno di una settimana,  con il supporto dell’attivazione della Dad.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo