Buccheri, in Consiglio comunale il Dup e il bilancio di previsione 2020\2022

Si è discusso anche dell’annoso problema del pascolo vagante e abusivo

Continuano a svolgersi in video conferenza le sedute del civico consesso buccherese. “Un sistema nuovo per il consiglio comunale, un sistema che ha permesso ai cittadini di seguire in diretta streaming, sul sito del Comune, i lavori” – ha commentato il presidente del consiglio, Gianni Garfì, che ha dovuto adottare delle misure di contenimento contro il Covid 19 così come dettato dai vari decreti del presidente del consiglio dei ministri e dalla Regione siciliana nelle modalità di svolgimento in video conferenza tra tutti i consiglieri.

Unica presenza all’interno del Municipio quella del presidente che ha coordinato i lavori, coadiuvato da due funzionarie comunali dell’ufficio segreteria con la presenza del comandante della Polizia Municipale mentre tutti gli altri erano collegati dalle rispettive abitazioni.

Dopo il primo punto di routine con la nomina degli scrutatori e la lettura e approvazione dei verbali della seduta precedente, si è passati alla surroga della consigliera Ketty Giardina dimissionaria per motivi personali, persona molto garbata e attenta durante la fase politico amministrativa che l’ha vista tra i banchi del consiglio di minoranza per oltre 2 anni dopo l’insediamento; è stata data lettura della sua lettera in diretta proprio per i contenuti che erano anche diretti ai cittadini, oltre che agli Amministratori.

La surroga è stata approvata con i voti della maggioranza tutta perchè i due consiglieri della minoranza hanno abbandonato i lavori in streaming in quanto avevano sottolineato l’anomalia per la modalità della surroga che prevedeva in una prima fase le dimissioni e in una fase successiva, l’individuazione del nuovo consigliere subentrante, previ accertamenti di incompatibilità e altro, così come previsto dalle vigenti norme in materia.

La supervisione del segretario comunale, presente ai lavori in via telematica, ha chiarito che la procedura adottata era corretta pertanto si è andati avanti.

A seguire, in via preventiva per l’approvazione del bilancio, si è trattato ed approvato il punto relativo alla ricognizione degli immobili di proprietà comunale suscettibili di alienazione e\o valorizzazione che, nella fattispecie, si è analizzato un elenco predisposto dall’area tecnica con immobili e terreni che l’Amministrazione comunale potrebbe cedere, recuperando delle somme da investire in bilancio.

I punti importanti che riguardavano il documento unico di programmazione e il bilancio di previsione 2020\2022 con la relativa nota, sono stati ampiamente spiegati dal responsabile dell’Area Finanziaria, Vito Dipietro, che è sceso nei dettagli del documento finanziario, dando le dovute informazioni; anche il primo cittadino Alessandro Caiazzo, collegato in diretta, ha manifestato apprezzamento per la stesura e approvazione del Dup e del Bilancio.

Il presidente ha ringraziato il revisore dei Conti per la certosina attenzione posta nell’emettere il parere, denso di contenuti e di suggerimenti, pur non di meno ponendo l’attenzione anche al Capo Area Finanziaria Dipietro che quest’anno, ha dovuto continuativamente innestarsi sul documento finanziario anche per la situazione pandemica che ha portato l’Amministrazione ad affrontare l’emergenza, dal punto di vista economico finanziario; entrambi i punti sono stati votati all’unanimità dalla maggioranza.

Infine, il consiglio, è stato chiamato a discutere dell’annoso problema del pascolo vagante e abusivo, su apposita richiesta scritta che il sindaco ha inviato alla presidenza del consiglio: il dibattimento, ha coinvolto tutti i consiglieri indistintamente e tutti hanno affermato che il fenomeno, è diventato particolare in quanto in diverse località agricole, i danni prodotti dagli animali, siano essi bovini, suini, caprini e ovini, sono ingenti; sono cominciate a fioccare le denunce presso le locali Forze dell’Ordine (Polizia Municipale e Carabinieri) ma il problema non si risolve.

Tempo fa, l’amministrazione comunale organizzò una riunione pubblica tra cittadini, Amministratori e Forze dell’Ordine e ne scaturì un documento pesante; a seguito di ciò, con la presa di volontà del consiglio comunale quale massimo organo di espressione popolare, il consiglio ha deciso di appoggiare l’iniziativa della Giunta di individuare gli attori da coinvolgere al fine di porre un freno alla problematica che possa servire per ridare tranquillità, sicurezza e serenità agli agricoltori del luogo.

Il dispositivo di delibera consiliare verrà quindi trasmesso al primo cittadino e insieme, probabilmente, si cercherà di attivare gli organi Sanitari e di Pubblica Sicurezza per tracciare insieme le linee da seguire.

Gli ultimi 2 punti posti all’ordine del giorno che riguardavano le comunicazioni del presidente e del sindaco, sono stati rinviati in quanto il sindaco con il presidente avevano altro incontro tra Amministratori della zona montana a Palazzolo Acreide per la delicata questione del costituendo Parco degli Iblei.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo