In tendenza

Buccheri, Manuela Fisicaro eletta vice presidente del Consiglio comunale

Eletta con 7 voti a suo favore, prende il posto di Paolo Vinci, nominato dal sindaco nuovo assessore

Secondo Consiglio Comunale in serale, in modalità telematica per il Comune di Buccheri per l’anno 2021, a seguito del perdurare dello stato di emergenza pandemico che ha imposto al Presidente del Consiglio dei Ministri di diramare un suo nuovo dispositivo emergenziale di proroga nell’effettuazione delle sedute del civico consesso in modalità telematica.

Andando per ordine, la seduta ha avuto inizio con un minuto di raccoglimento, da remoto, chiesto dal Presidente del civico consesso, Gianni Garfì a tutti i partecipanti, per essere vicini all’iniziativa effettuata il 18 marzo in tutta Italia, nel ricordo delle vittime del Covid 19: iniziativa a cui anche gli amministratori di Buccheri hanno voluto essere partecipi e vicini.

I lavori, per una fase iniziale, sono stati legalmente portati a compimento solamente dai consiglieri di maggioranza in quanto nessuno del gruppo di opposizione era presente da remoto. Infatti, a maggioranza dei presenti, sono stati approvati i verbali della seduta precedente ed è stato eletto il nuovo vice presidente del Consiglio comunale a seguito delle dimissioni pervenute dall’uscente Paolo Vinci, nominato dal sindaco nuovo assessore.

Con 7 voti su 7, è stata eletta la trentottenne insegnante di scuola dell’infanzia Manuela Fisicaro, già rodata da oltre due anni e mezzo in Consiglio come sua prima esperienza politico amministrativa e adesso anche in una figura verticistica nel civico consesso: “sono felice – dice Garfì – che la Fisicaro sia stata indicata e votata come mia vice, per proseguire questo cammino che la cittadinanza ci ha dato. Si tratta di una donna che vive in mezzo ai ragazzi delle scuole e che nella vita sociale ha fatto il suo fulcro più importante. Credo possa ancor di più dare il suo contributo alla vita consiliare e del Comune in genere”.

Commossa e contenta le neo eletta che ha ringraziato tutti per averla indicata e votata.

Ampiamente discusso da tutti i presenti (nel frattempo è entrato nell’aula virtuale del Consiglio il consigliere di minoranza Sebastiano Bennardo) il punto relativo ai ristori che lo Stato ha destinato alla comunità, questa volta alle imprese, alle attività commerciali, ai titolari di partite Iva: “circa 84 mila euro da spalmare nel bilancio pluriennale – ha spiegato il presidente Garfì – con le modalità che l’Esecutivo sta ancora stilando in accordo con le Associazioni di categoria per cercare di rispondere al meglio e unitariamente con tutte le altre Municipalità”.

Contributi per l’argomento trattato, votato all’unanimità dei presenti e reso immediatamente esecutivo, sono giunti dal capo area finanziaria Vito Di Pietro e dal sindaco Alessandro Caiazzo, presenti nella piattaforma telematica.

Il Presidente del Consiglio ha infine chiesto al primo cittadino di poter essere coinvolto nella stesura del Regolamento in modo tale da poter condividere, insieme a tutti i consiglieri, le modalità operative; il sindaco è stato disponibile e si è prodigato immediatamente.

Il punto a seguire, a norma delle vigenti leggi in materia, ha interessato le comunicazioni del sindaco al Consiglio comunale circa la nuova composizione della Giunta: lo stesso primo cittadino ha preso la parola, spiegando le motivazioni di tale scelta e ha indicato i nuovi componenti con le relative rubriche loro assegnate. Francesca Ingannè che sarà anche il suo vice, con le deleghe alla pubblica istruzione, cultura e associazioni, Paolo Vinci con le deleghe ai servizi sociali, terza età, patrimonio e mezzi, servizi cimiteriali, Francesco Dangelo con le deleghe al territorio e ambiente, ecologia, agricoltura e sport, decoro urbano e urbanistica.

Infine, le comunicazioni di rito, a fine lavori, da parte del presidente del Consiglio e del sindaco su fatti e avvenimenti che hanno interessato i rispettivi ruoli in seno all’amministrazione.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo