In tendenza

Buccheri, sì del Consiglio comunale al bilancio di previsione

Il documento è stato approvato a maggioranza con l’astensione dell’opposizione per dichiarazione di voto

Passa il Bilancio di Previsione e la nota armonizzata ovvero il punto sui crediti di dubbia esigibilità. Il Consiglio comunale di Buccheri quasi al completo nella sua composizione (assente solo la Consigliera Concettina Petralia del gruppo di minoranza), è stato chiamato a discutere una serie di punti posti all’ordine del giorno dal Presidente Gianni Garfì nella determina di convocazione appositamente predisposta nei giorni scorsi.

Nello specifico, dopo la nomina degli scrutatori (Carla Giarratana e Manuela Fisicaro per la Maggioranza e Ketty Giardina per la Minoranza), si è passati alla lettura e approvazione dei verbali delle sedute precedenti svoltesi nei mesi scorsi, approvazione avvenuta all’unanimità.

In via preliminare, si è passati alla trattazione del Dup, il Documento Unico di Programmazione semplificato, atto propedeutico al Bilancio, previsto per i Comuni sotto i 5 mila abitanti che sostanzialmente racchiude 4 macro aree contenenti gli atti deliberativi più importanti licenziati dalla Giunta ovvero: il piano triennale di razionalizzazione per le dotazioni strumentali 2019\2021, il piano triennale delle opere pubbliche e piano biennale di acquisti beni e servizi, il personale amministrativo con il fabbisogno 2019\2021 e l’alienazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare. Questo argomento, importante per il Bilancio, ha avuto la consulenza in aula del Responsabile dell’Area Finanziaria dottore Vito Dipietro, appositamente convocato dal Presidente del Consiglio, il quale ha rimarcato l’importanza e la valenza dell’argomento; la votazione è passata a maggioranza con l’astensione della Minoranza per dichiarazione di voto.

È seguito il punto relativo al Bilancio di previsione finanziario e della nota integrativa, esposto a grandi linee dal Presidente Garfì con l’apporto politico del primo cittadino Alessandro Caiazzo presente ai lavori; “importante – ha detto il Presidente Garfì – la relazione del Revisore dei Conti dottoressa Maria Calabrese, anch’essa presente in aula, che in maniera corposa, ha toccato tutti i punti salienti del Bilancio, apponendo anche dei suggerimenti all’Amministrazione per il futuro”.

Il Bilancio è comunque andato a buon fine – ha continuato Garfì – nonostante i ritardi accumulati oltre le scadenze previste dalla Regione e dallo Stato, per il lavoro certosino che hanno effettuato gli Uffici nello scovare una parte di somme che il Comune aveva pagato indebitamente all’Asp di Siracusa per le rette di ricovero agli assistiti, fatto quest’ultimo che ha consentito di far quadrare i conti”.

Anche qui, i contributi dati dalla Calabrese, da Dipietro e dal Sindaco che hanno spiegato e centellinato il documento finanziario, dibattito fortemente ascoltato dai Consiglieri, ha determinato l’approvazione, anche qui a maggioranza con l’astensione dell’opposizione per dichiarazione di voto. Sono stati poi discussi e approvati all’unanimità dei presenti, due Regolamenti riguardanti il primo per la raccolta dei Tartufi e il secondo per la pratica del compostaggio di comunità.

Nel primo caso, l’Amministrazione Comunale, come rimarcato dal Sindaco, “ha voluto porre un freno ma anche regolarizzare la raccolta indiscriminata del prezioso tubero che ormai avviene nei territori del Comune di Buccheri, fatti che in un paio di occasioni hanno determinato nervosismi e quasi alterchi tra i raccoglitori e alcuni cittadini che erano a passeggio per i boschi: l’Amministrazione, ha detto il Sindaco, ha voluto regolamentare la raccolta del tartufo nel suo territorio istituendo una tassa di iscrizione per avere il tesserino se non si è residenti e comunque, effettuare la raccolta muniti di appositi attrezzi e animali al seguito; il controllo demandato alle forze dell’ordine (Polizia Municipale, Guardie Forestali e Carabinieri), potrà meglio determinare una raccolta serena e non selvaggia”.

L’altro punto invece è stato esposto in aula dal vice sindaco e assessore al ramo Francesco D’angelo per la realizzazione di due compostiere di comunità: “i risultati molto brillanti in termini di raccolta differenziata, acquisti dal 1 Novembre dello scorso anno ad oggi, ha detto Garfì, hanno spinto l’Amministrazione Comunale a poter partecipare ai bandi per l’acquisto delle compostiere di comunità che saranno a disposizione dei cittadini per il conferimento in due luoghi strategici del paese il tutto, per poter diminuire i costi di smaltimento dell’umido che è la frazione più cospicua”.

A seguire, è stata predisposta una Delibera per dare corso all’adeguamento del compenso al Revisore Unico dei Conti ai sensi del Decreto Interministeriale del 21 Dicembre 2018 pubblicato nella G.U.R.I. del 04.01.2019 n°.3, che sostanzialmente assegna un piccolo aumento oscillante tra l’1 e il 10% del costo netto di gestione: nel caso specifico, 415 euro l’anno che, vista la professionalità e la dedizione della dottoressa Calabrese nei confronti dell’Amministrazione Comunale di Buccheri, il Consiglio per intero ha deciso di confermare quanto predisposto dall’Ufficio.

Infine, una sola comunicazione del Presidente ai Consiglieri e alcuni comunicazioni dei Sindaco al Consiglio inerenti il settore idrico, il settore contenzioso, il settore personale e il settore delle antenne per le radio tele comunicazioni.

Da segnalare infine l’assistenza giuridica professionale svolta dalla dottoressa Maria Concetta Floresta in qualità di Segretario Comunale, che sta sostituendo il titolare assente per motivi di famiglia.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo