In tendenza

Buccheri vince ancora: al “Don Pippo” il primo premio del concorso nazionale “Olio di famiglia”

Ancora una volta Buccheri trionfa con un primo posto assoluto per l’Olio Extravergine d’oliva “Don Pippo”, prodotto da oltre 4 generazioni dalla famiglia Ciurcina con grande passione

Foto Alfredo Neglia

Altro importante riconoscimento per l’Olio di Buccheri, che questa volta arriva dal concorso nazionale “Olio di famiglia”, oli preziosi da olivicoltori “dilettanti” patrocinata dal Mipaaf e da Copagri Puglia, rivolto non alle aziende ma ai piccoli produttori privati. E così, ancora una volta, Buccheri trionfa con un primo posto assoluto per l’Olio Extravergine d’oliva “Don Pippo”, prodotto da oltre quattro generazioni dalla famiglia Ciurcina con grande passione.

A premiare la famiglia Ciurcina è stato il ministro dell’agricoltura Stefano Patuanelli, nella splendida cornice del Cala Corvino Resort di Monopoli, assieme all’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Donato Pentassuglia.

“L’agricoltura familiare – ha dichiarato il responsabile del dicastero delle Politiche Agricole – è il primo presidio della qualità e genuinità delle eccellenze alimentari contro l’omologazione e la massificazione del cibo. Gli agricoltori rispettano la terra dove fanno crescere i propri prodotti e sono quindi garanti della sicurezza alimentare e della sostenibilità ambientale, preservano le specificità e le caratteristiche dei prodotti locali, rafforzando così il rapporto diretto con i consumatori e l’identità regionale”.

In occasione della premiazione è stata consegnata al ministro Patuanelli una targa ricordo e un gagliardetto, inviati per l’occasione dal sindaco Alessandro Caiazzo quale dono di rappresentanza dell’intera comunità buccherese.

Siamo orgogliosi dei nostri produttori – commenta il sindaco Caiazzo – che in ogni dove continuano a confermare l’eccellenza del nostro Olio e la qualità ineccepibile di un prodotto che per le sue caratteristiche è oramai considerato un prodotto nutraceutico; ricordiamo infatti che l’olio monocultivar da tonda Iblea di Buccheri ha in se una concentrazione di polifenoli (capaci di prevenire malattie cardiovascolari ed epatiche e di contrastare l’insorgenza di patologie degenerative, rallentando i processi d’invecchiamento) che tocca punte di 900 mg/kg, rispetto ad una media per un ottimo olio extravergine d’oliva, che possa essere considerato nutraceutico, di 200-400 mg/kg”.

Avanti tutta, quindi, per il piccolo comune montano, uno dei Borghi più belli d’Italia, che grazie ai suoi produttori continua a rimanere in vetta a tutte le classifiche relative all’olio extravergine di oliva.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo