Obbligo delle mascherine nei luoghi al chiuso: nuova ordinanza del Ministero della Salute

Calcio, il Cassaro gioca bene ma nel finale si deve arrendere alla capolista Monterosso

A decidere la sfida in favore degli ospiti una rete segnata a 3 minuti dalla fine. I cassaresi hanno comunque retto bene il campo, mostrando segnali di crescita in vista del prosieguo del campionato

Il Cassaro inizia il girone di ritorno con una immeritata sconfitta casalinga contro la capolista Monterosso Almo. Una buona prestazione degli azzurri, forse la migliore della stagione, che hanno saputo tenere in bada la formazione favorita per la vittoria del campionato, pagando però a carissimo prezzo una disattenzione difensiva nei minuti conclusivi dell’incontro.

Una partita combattuta, dove entrambe le squadre necessitavano dei punti in palio; la squadra ospite per rimanere in cima della classifica e la squadra cassarese per innalzare la propria autostima in vista del girone di ritorno.  La prima vera occasione è del Cassaro al 10’. Il tiro del centravanti Peluso, pescato dal capitano Italia, finisce fra le braccia del portiere ospite Roveto. Due minuti dopo, Caruso è bravo a deviare in angolo un tiro insidioso del capitano giallorosso Cannizzo, già giustiziere del Cassaro nella gara di andata.

La formazione allenata da Sebastiano Bonfiglio inizia a prendere il possesso del campo, concedendo poco alla compagine avversaria. Al 20’, una punizione di Tarantello dalla distanza esce fuori di poco. Un minuto dopo, Roveto salva in uscita su Gallo, lanciato da Peluso. La migliore occasione del Cassaro è al 22’: punizione di Dario Giardina, sul suo tiro-cross a girare Peluso si presenta con una frazione di secondo di ritardo e sciupa la palla gol. Nonostante la superiorità del gioco dei locali, il Monterosso è capace a pungere. Al 27’, Sebastiano Pisasale salva sulla linea un tiro di Cannizzo, che ha dribblato un paio di difensori in area, incluso il portiere, prima di tirare in porta. Una punizione di Messina tre minuti dopo da posizione centrale finisce sopra la traversa e Caruso para la punizione di Massa al 40’. In chiusura di tempo gli animi si scaldano e le due squadre, prima di andare negli spogliatoi, hanno un acceso dibattito a causa di alcuni interventi duri nella parte mediana del campo.

Il secondo tempo è una fotocopia del primo, con il Cassaro è molto attento a impedire al Monterosso di prendere l’iniziativa. La difesa azzurra evita guai al 52’, allontanando la sfera da una punizione di Scollo trovandosi in area pericolosamente.  Al 57’, Peluso ruba il pallone ai tre-quarti, fa uno slalom sugli avversari, ma conclude debolmente in porta.  Al 73’ un bel tiro di Dario Giardina di fuori area finisce appena fuori.  La partita diventa nervosa, con frequenti interruzioni del gioco. Quando il pareggio sembra nell’aria negli ultimi minuti, il Monterosso passa in vantaggio con il neo-entrato Agostini. Pallone lanciato dalla difesa in profondità, Marco Roccuzzo lo prende sulla bandiera dell’angolo, evitando la rimessa e sorprendendo la difesa cassarese.  Il suo cross trova Agostini solo in area e la sua conclusione a girare batte l’incolpevole Caruso.  Il Cassaro finisce gli ultimi bricioli della gara in dieci, per l’espulsione di Rapisarda per doppia ammonizione.

Nonostante la sconfitta, il presidente Sebastiano Gallo è rimasto contento della prestazione dei suoi azzurri.  “Faccio i complimenti a tutta la squadra, al nostro mister Sebastiano Bonfiglio, a tutti i dirigenti (Danilo, Dennis, Steven, Michele, Sebastiano).  Continuando così possiamo giocare con la qualsiasi squadra ed è un buon passo in avanti verso un futuro roseo”, conclude il numero uno dell’ASD Cassaro.

La prossima partita del Cassaro è domenica 4 febbraio ad Acate contro la Primavera, ottava a nove punti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo