Obbligo delle mascherine nei luoghi al chiuso: nuova ordinanza del Ministero della Salute

Calcio, terza vittoria in casa per il Cassaro che batte 3 a 1 il Vittoria Accademy

Una partita tesa ed equilibrata, considerando la vicinanza di punti tra le due formazioni, e risolta dai guizzi personali

Il Cassaro si vendica della sconfitta di domenica scorsa a Ragusa contro il Mazzarelli, vincendo 3-1 davanti al proprio pubblico contro il Vittoria Academy e portandosi così a 9 punti in classifica. Una partita tesa ed equilibrata, considerando la vicinanza di punti tra le due formazioni, risolta dai guizzi personali che ha consentito agli azzurri allenati da Sebastiano Bonfiglio (in tribuna per squalifica), di fare l’en plain di punti per la terza volta in casa, in questo girone di andata.

La squadra di casa parte forte e al 7’ ha la prima vera occasione davanti alla porta: una punizione dalla bandierina assegnata dall’arbitro Fortuna per un fallo di Cannizzo su Marco Ganci. Il tiro di Sequenzia trova la testa di Sebastiano Pisasale, che costringe il portiere ospite Di Stefano a intervenire. Cinque minuti dopo un’occasione interessante per Marco Ganci, lanciato da Sequenzia, viene deviata in calcio d’angolo. Al 21’ entra Francesco Peluso per l’infortunio di Beppe Gallo. La squadra di casa continua a guadagnare spazio e al 27’, da una punizione battuta da Corrado Giardino sulla linea del centrocampo, il numero uno biancorosso para una conclusione del solito Sequenzia. Il Vittoria Academy tenta di impegnare la difesa avversaria e al 29’, il tiro di Senia finisce fuori dai pali difesi da Caruso. Al 31’, Peluso porta meritatamente la sua squadra in vantaggio. Il calcio di punizione battuto da Corrado Giardina dal centrocampo trova l’avversario sulla linea dell’area di rigore, si gira e la sua parabola violenta sorprende il portiere ospite.

Lo svantaggio dà anima alla squadra vittoriese, e un minuto dopo Caruso devia in angolo un tiro di Carbonaro.  Sequenzia ha l’opportunità di raddoppiare il risultato al 36’, lanciato da Peluso, ma si coordina male e sciupa una nitida occasione a tu per tu con il portiere. Quando sembra che la squadra cassarese abbia la partita nelle mani, al 38’ il Vittoria Academy trova il pareggio con il centrocampista Jawo: il suo rasoterra diagonale in area di rigore, dopo un piccolo slalom tra i difensori avversari, beffa il numero uno Caruso. Un minuto dopo Sequenzia ha nuovamente il pallone del vantaggio: lanciato dai 40 metri, l’attaccante, dopo aver dribblato il portiere, tira verso la porta da posizione angolata e viene salvato quasi sulla linea da Trainitto. Al 40’, il match si fa più caldo con l’espulsione di Steven Ganci per un fallo di reazione su La Terra, poi ammonito. La prima frazione si conclude con una serie di tiri insidiosi da entrambe le squadre. Un tiro di Sequenzia viene deviato in angolo al 43’; Caruso para una punizione di Elia Bruno al 46’, un tiro di Carbonaro, da un disimpegno difensivo, esce per poco fuori al 47’ e Di Stefano para un tiro di Marco Ganci al 48’.

Al 52’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Caruso devia nuovamente in angolo un tiro di Senia. Due minuti dopo, Marco Ganci vede Sequenzia nell’area di rigore, il quale dribbla alcuni avversari quasi sulla linea di fondo e trova Peluso in area in posizione favorevole. Il tiro del centravanti viene parato da Di Stefano che subito rilancia la sua squadra. Dopo una serie di passaggi, Carbonaro viene pescato ai 25 metri a tu per tu con il portiere Caruso in disperata uscita. Il tiro del centrocampista finisce pericolosamente fuori dai pali.  Il Vittoria Academy ci crede e si rende pericoloso con una serie di occasioni interessanti. Una punizione di Elia Bruno finisce sopra la traversa al 59’; lo stesso il tiro destro di Senia su calcio d’angolo al 66’; Sebastiano Pisasale salva sulla linea un tiro di Domicolo al 68’ e infine, al 72’, Caruso para il tiro del neo entrato Impoco. La squadra di casa reagisce e trova il goal della vittoria al 75’. Calcio di punizione da posizione centrale battuto da Peluso, la cui traiettoria parabolica finisce sulla traversa.

Nel tentativo di prendere il pallone, Rapisarda viene atterrato da Senia. Calcio di rigore e cartellino rosso per il difensore vittoriese (già ammonito). Sul dischetto si presenta il solito Peluso e il suo forte tiro angolato non perdona Di Stefano. La squadra ospite cerca disperatamente il pareggio. Il tiro del capitano Elia Bruno, dopo avere dribblato tre giocatori cassaresi, finisce pericolosamente fuori all’81’. Quattro minuti dopo, la traversa salva la formazione azzurra; un tiro da 20 metri del capitano sorprende la retroguardia locale e sbatte sulla traversa. Dario Giardina chiude l’incontro all’89’: calcio di punizione dai 30 metri di Ballaro, il centrocampista ruba il pallone su una sua battuta corta e corre veloce verso la porta, dribblando prima Di Stefano e poi Trainitto per buttare il pallone in rete. Tre a uno, con l’espulsione di Ballaro per somma di ammonizioni. Il triplice fischio di Fontana finisce l’incontro e consegna i tre punti al Cassaro.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo