https://www.facebook.com/centrocommercialearchimede/

Canicattini, arriva il Carnevale: scuole chiuse dal 24 al 26 febbraio

C'è il divieto di somministrare bevande in bottiglie di vetro e lattine, si dovranno usare bicchieri di carta o materiale biodegradabile

Il sindaco Marilena Miceli dispone la chiusura delle scuole cittadine per i giorni 24-25-26 febbraio e il divieto di somministrare bevande in bottiglie di vetro e lattine, si dovranno usare bicchieri di carta o materiale biodegradabile.

In occasione del Carnevale canicattinese 2020, il sindaco Marilena Miceli, ha disposto con propria ordinanza la chiusura delle scuole cittadine di ogni ordine e grado nelle giornate del 24-25-26 febbraio 2020.

Il provvedimento è stato assunto in considerazione che si prevedono, dal 20 al 25 febbraio, come disposto dall’assessorato al Turismo e Spettacolo, sfilate di gruppi in mascherala e manifestazioni in piazza dedicate ai bambini, al fine di permettere una perfetta riuscita dell’evento e salvaguardare la pubblica incolumità vista l’interdizione al traffico veicolare, pubblico e privato, di parte del centro abitato che potrebbe causare disagi a personale docente, non docente e agli studenti nel raggiungere i rispettivi istituti scolastici.

Non solo, ma con lo stesso provvedimento si è ritenuto di favorire la partecipazione degli studenti ad un appuntamento di rilevanza storico-culturale e per trasmettere alle giovani generazioni la tradizione del Carnevale Canicattinese che richiama visitatori e turisti provenienti anche al di fuori dei confini comunali.

Inoltre, il Sindaco Marilena Miceli, con un’ulteriore ordinanza, sempre in occasione del Carnevale Canicattinese 2020, al fine di salvaguardare l’incolumità pubblica, ha disposto il divieto di somministrazione e vendita di bottiglie di vetro e lattine, con l’obbligo per gli esercenti che vendono bevande in bottiglie di plastica di procedere alla preventiva apertura dei tappi di detti contenitori e di somministrare le bevande in bicchieri di carta o materiale biodegradabile.

Il divieto non opera nel caso in cui la somministrazione e la conseguente consumazione avvengano all’interno dei locali. I divieti hanno efficacia nel centro storico dalle 20 alle 2 dei giorni 20-22-23-25 febbraio 2020. Per la violazione dell’ordinanza sono previste sanzioni che vanno da un minimo di 50 euro a un massimo di 500 euro, con il pagamento in pagamento in misura ridotta pari al doppio della misura minima: 100 euro.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo