In tendenza

Canicattini Bagni, L’amministrazione incontra lo Spi Cgil per fare il punto sui progetti Pac

Si è svolto stamani al Comune di Canicattini Bagni, l’incontro tra la segreteria provinciale dello SPI Cgil di Siracusa, la Lega SPI di Canicattini Bagni, recentemente ripristinata e guidata da Paolo Gallo, e l’Amministrazione comunale, per una verifica sullo stato dei servizi a favore della popolazione anziana.

All’incontro erano presenti il sindaco Paolo Amenta, l’assessore al Welfare, Marilena Miceli, la segretaria provinciale dello SPI Cgil di Siracusa, Lucia Lombardo, il segretario della Lega di Canicattini Bagni, Paolo Gallo, e il segretario della locale Camera del Lavoro, Salvatore La Rocca.
Un confronto sereno e ricco di risultati, quello che il Comune di Canicattini ha portato al tavolo, apprezzato dai rappresentanti del Sindacato dei Pensionati della Cgil che si sono dichiarati soddisfatti del lavoro svolto, aprendo, nello stesso tempo, una linea di collaborazione con il sindaco Paolo Amenta, l’assessore Miceli e l’intera Amministrazione comunale, sulle problematiche relative alla fascia della Terza Età.

Al centro dell’incontro, principalmente, i progetti PAC, inseriti all’interno della programmazione del Distretto Socio-Sanitario 48 di Siracusa, di cui la cittadina fa parte, regolarmente presentati entro i termini fissati dal bando, lo scorso 14 dicembre.

Ad illustrare il progetto che riguarda Canicattini è stata l’assessore al Welfare, rendendo noto come il Comune aumentare il proprio servizio di assistenza domiciliare, passando da 22 assistiti a 32, e di come il servizio di assistenza complessiva ai cittadini anziani subirà un complessivo miglioramento, come ha sottolineato anche il sindaco Paolo Amenta, con l’attivazione del “Sistema Integrato per i servizi e gli interventi domiciliari nelle terre di Thapsos Megara Hyblon Tukles”, il progetto nato a Canicattini, e che si svilupperà in ben 15 Comuni della provincia (Augusta, Melilli, Priolo, Floridia, Solarino, Sortino, Ferla, Cassaro, Buccheri, Buscemi, Palazzolo Acreide, Canicattini Bagni, Lentini, Carlentini, Francofonte).

Un progetto che è piazzato al primo posto della valutazione regionale dei progetti PISU, ottenendo un finanziamento di 4,5 milioni di euro (a valere sull’Asse VI “Sviluppo Urbano Sostenibile”, linee d’intervento 6.14.4. del PO FESR 2007/2013) per garantire, nei 15 Comuni, costituiti in ATI, l’assistenza domiciliare sanitaria ad anziani, disabili, minori, pazienti affetti da malattie cronico – degenerative in fase stabilizzata, parzialmente, totalmente, temporaneamente o permanentemente non autosufficienti, e a soggetti affetti da malattie oncologiche presi in carico dai servizi sociali dei Comuni.

Un sistema innovativo che si aggiunge ed arricchisce i servizi e i progetti attivati in questi anni a favore degli anziani dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Paolo Amenta: dal Servizio Civile (anche quest’anno il progetto “Storie di Nonni” è indirizzato ad assistere gli anziani nei loro bisogno attraverso l’impiego di 4 giovani per un anno); all’Università della Terza Età, giunta al suo sesto anno di vita con un centinaio di partecipanti annualmente; alle attività del Centro Diurno Anziani, allocato in uno dei più bei palazzi storici della città, Palazzo Cianci, e che vanta oltre 500 iscritti; ai servizi Socio-Sanitari svolti con la Legge 328 e con il Distretto 48.

Di tutto questo hanno preso atto con soddisfazione i rappresentanti dello SPI Cgil e della locale Camera del Lavoro, dichiarando la loro disponibilità, attraverso un protocollo, ad una fattiva collaborazione per migliorare sempre più i servizi e la qualità della vita della popolazione anziana.
In particolare, la segretaria provinciale Lucia Lombardo ha dichiarato la sua disponibilità a sostenere la battaglia del Comune e del sindaco di Canicattini Bagni, per un riutilizzo dei fondi non spesi della 328 da parte di alcuni Comuni siciliani , e quindi una loro rimodulazione a favore dei Comuni “virtuosi” che regolarmente rendicontano e utilizzato le somme a favore delle fasce sociali più bisognose.

La segretaria provinciale dello SPI Cgil, ed il segretario della Lega di Canicattini, Paolo Gallo, infine, hanno rinnovato l’invito al sindaco Amena e all’assessore Miceli, per un ulteriore incontro di proposte per un cammino comune dalla parte degli anziani.
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo