In tendenza

Canicattini Bagni, lo storico campo sportivo pronto al debutto col nuovo manto in erba sintetica

L'esordio del nuovo manto avverrà domenica prossima in occasione del primo turno del campionato di Promozione

Lo storico Campo di calcio in terra battuta del Comune di Canicattini Bagni, realizzato intorno agli ’30, calcato da generazioni di giovani sportivi e teatro di importanti scontri agonistici in campionati di rilievo, sino all’Eccellenza, cambia totalmente volto e si veste di nuovo con un verdissimo manto in erba sintetica.

Il suo esordio nel Campionato di Promozione, grazie all’autorizzazione in deroga appena concessa, anche per il settore giovanile scolastico, dalla Figc-Lnd nel rispetto delle previste misure anti Covid, già dalla prossima domenica 27 settembre con i padroni di casa della Polisportiva Città di Canicattini, guidata dal presidente Andrea Randazzo, impegnati nella seconda di calendario contro il Don Bosco 2000.

Evento storico per Canicattini Bagni dopo che l’Amministrazione comunale del sindaco Marilena Miceli, lo scorso 8 settembre, ha provveduto, con delibera di Giunta numero 65, ad affidare con la sottoscrizione di un Protocollo d’intesa, per gli allenamenti e le partite di Campionato, il nuovo campo di Calcio di via Solferino, in uso gratuito temporaneo, alla locale polisportiva Città di Canicattini, militante nel Campionato regionale di Promozione (Girone D).

Grande soddisfazione da parte della coalizione amministrativa che guida il Comune, per un evento atteso da decenni che ha visto impegnate, nella continuità, due amministrazioni comunali, quella precedente guidata dal sindaco Paolo Amenta, oggi presidente del Consiglio comunale, che con l’allora assessore allo Sport, Salvatore La Rosa (da gennaio tornato in Giunta a guidare ancora le attività sportive), ha avviato, attraverso l’Ufficio Tecnico comunale, la fase progettuale per l’accesso al finanziamento di 1.282.319,21 euro, attraverso i fondi  del Programma FSC 2014/2020 “Patto per la Sicilia”.

E l’attuale Amministrazione del sindaco Marilena Miceli che con l’assessore ai Lavori Pubblici e all’Edilizia sportiva, Pietro Savarino, ha seguito tutto l’iter procedurale sino all’emanazione del decreto di finanziamento e alla messa a gara dei lavori iniziati lo scorso anno e realizzati dalla R.T.I. Kaya Scavi srl di Priolo e dai F.lli Anastasi srl di Villafranca Tirrena.

Lavori di ammodernamento dello Stadio canicattinese, su progetto dell’Ingegner Sebastiano Roccazzello, che oltre al terreno di gioco in manto erboso sintetico hanno riguardato anche la realizzazione di nuovi e moderni spogliatoi e servizi, la recinzione perimetrale, le vie d’accesso e uscita del vecchio impianto di via Solferino, mentre attraverso due cantieri di lavoro finanziati dalla Regione pronti per l’espletamento, occupando circa 40 persone, verranno sistemate le tribune esistenti, e con altri fondi incrementati gli spalti con strutture modulari e realizzato un moderno impianto di illuminazione con fotovoltaico.

La soddisfazione e l’emozione è grande – afferma il Sindaco Marilena Miceli – conoscendo la storia del Campo di calcio di via Solferino nato in terra battuta e così rimasto dagli anni ’30. Altrettanto il compiacimento del lavoro in continuità fatto dalla mia Amministrazione con quella del Sindaco Paolo Amenta che mi ha preceduto e che ha avviato la progettazione dell’ammodernamento dell’impianto. La nostra coalizione crede fortemente nel valore educativo e formativo dell’attività sportiva, tanto da mettere gratuitamente a disposizione gli impianti sportivi della città per le Associazioni e quanti si occupano di Sport, per cui riuscire a dare a tutta la comunità, ai giovani in particolare, alle due società di calcio cittadine, un nuovo e moderno impianto ci ripaga dei sacrifici e del lavoro svolto in questi anni. Un grazie, dunque, a tutti, dalle Amministrazioni comunali alla Regione che ha finanziato l’opera, a chi si è occupato della progettazione, all’Ufficio Tecnico comunale alle Imprese che hanno realizzato i lavori, per questo primo risultato”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo