Canicattini Bagni, via a “L’Arte NeCessAria”: la rassegna di mostre dell’artista Carpinteri

La rassegna di mostre preparate dal professore Carpinteri, tutti i sabati e le domeniche fino a settembre inoltrato, dalle ore 22 alle ore 24,  è divisa in otto appuntamenti

Dallo scorso mese di luglio e sino a settembre è piazza XX Settembre, nel cuore del centro storico di Canicattini Bagni, ad ospitare, nell’ambito del cartellone delle manifestazioni del XVII Festival del Mediterraneo approntato per l’estate dall’Amministrazione comunale, “L’Arte NeCessAria”, la rassegna di mostre, esposizioni, perfomance, happening all’area aperta, dell’eccentrico e plurilaureato artista canicattinese, Sergio Carpinteri.

Il ricco programma preparato in sinergia dall’assessore al Turismo e spettacolo, Sebastiano Gazzara, e dall’assessore alla Cultura, Loretta Barbagallo, con il contributo dell’ufficio cultura e spettacolo del Comune e la preziosa collaborazione delle realtà associative, imprenditoriali e i tanti artisti locali, come sempre, assieme alla musica, al teatro, agli incontri, ai libri, al Liberty e alle escursioni per conoscere il territorio ibleo, ha dato ampio spazio e attenzione all’Arte.

La rassegna di mostre preparate dal professore Carpinteri, tutti i sabati e le domeniche fino a settembre inoltrato, dalle ore 22 alle ore 24,  è divisa in otto appuntamenti con tanto di titolo: Benvenuti nel mio mondo; Qualcosa è andato storto; Vergognati con l’universo (hai conosciuto tutte le tue oscure vie); I diavoli si cibano dei semi dell’Anima; Questa è la vita vera? O è fantasia?; Vivi festeggiando!; Da un momento all’altro…; … prima di arrivare a qualsiasi conclusione!

Sul titolo della rassegna c è da sottolineare l’idea dell’arte contemporanea all’aperto – aggiunge  Sergio Carpinteri – . Dopo un lockdown, l’estate ci offre la possibilità di passeggiare, seppur distanziati, e allora quale migliore cornice a Canicattini Bagni, in questo momento, se non la piazza? E in piazza, in pieno centro storico,  ogni settimane espongo le nuove opere realizzare in  quest’ultimo periodo. Sono opere su carta, realizzate con disegni, ritagliati come sagome, applicati con colla sul cartoncino, poi dipinti e ritoccati, con un pastello. Le figure si stagliano su fondi monocolore, generalmente uniche e senza contesto volutamente, per creare uno spaesamento“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo