In tendenza

Canicattini, quasi 2 chili di marijuana trovati grazie al “fiuto” di Ivan: un arresto

I Carabinieri hanno rinvenuto lo stupefacente, occultato all’interno di un mobile della cucina e di un capanno posizionato all’esterno dell’abitazione

Continuano con efficacia i servizi disposti dalla Compagnia di Noto volti a contrastare il traffico e lo spaccio di stupefacenti. Dopo i recenti arresti eseguiti in Rosolini, i Carabinieri del Nucleo Operativo hanno operato nella zona montana del vasto territorio di competenza della Compagnia, ed a conclusione di alcuni servizi di osservazione svolti a distanza, unitamente ai colleghi della Stazione di Canicattini Bagni, dello Squadrone eliportato Cacciatori “Sicilia” e di una unità cinofila del Nucleo Carabinieri di Nicolosi hanno eseguito ispezioni a diversi obiettivi ritenuti di interesse operativo tra abitazioni, garage ed esercizi commerciali.

Grazie al fiuto di Ivan, Labrador in forza al nucleo cinofili di Nicolosi, ancora una volta determinanti nella ricerca di stupefacenti, i Carabinieri hanno rinvenuto, occultati all’interno di un mobile della cucina e di un capanno posizionato all’esterno dell’abitazione di un quarantottenne di Canicattini Bagni, quasi 2 kg di marijuana pronta per essere spacciata.

L’uomo è stato tratto in arresto e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa delle determinazioni del Tribunale di Siracusa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo