In tendenza

Canicattini, volti rigati dalle lacrime in chiesa Madre per i funerali di Marco Sconza e Tonino Di Luciano

A celebrare entrambi i riti il parroco don Sebastiano Ferla

Volti rigati dalle lacrime, ieri, nella chiesa madre di Canicattini Bagni dove si sono svolti i funerali di Marco Sconza, il 36enne operaio canicattinese, vittima dell’incidente stradale di venerdì scorso sulla Maremonti. Palloncini bianchi davanti la chiesa per dire addio a una vita spezzata troppo presto sull’asfalto.

Un dolore composto ma straziante che ha caratterizzato anche l’ultimo saluto a Tonino Di Luciano, il 54enne canicattinese, rimasto anche lui vittima dello stesso incidente stradale le cui esequie si sono tenute lo scorso martedì.

A celebrare entrambi i riti il parroco, don Sebastiano Ferla, che ha sottolineato nella sua omelia, il valore della vita e la necessità di riflettere sulla morte di Gesù Cristo per comprenderne il valore.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo