In tendenza

Canitattini Bagni, ordinanza del sindaco Miceli per la pulizia, decoro e igiene dell’area del mercatino settimanale del venerdì

La nuova ordinanza ha provveduto a regolamentare l’orario di svolgimento del mercatino, dalle 7 alle 12, al fine di consentire agli operatori ecologici la raccolta dei rifiuti a partire dalle 13

Stretta del Comune di Canicattini Bagni per la pulizia, decoro e igiene dell’area pubblica adibita al mercatino settimanale del venerdì in via Grimaldi, via Dell’Orto, via Mentana e via San Nicola, a tutela degli stessi operatori commerciali, dei residenti e dei numerosi cittadini che vi si recano.

Su proposta dell’ufficio Servizi Sanitari, con propria Ordinanza il sindaco Marilena Miceli, ha provveduto a regolamentare l’orario di svolgimento del mercatino, dalle 7 alle 12, al fine di consentire agli operatori ecologici la raccolta dei rifiuti a partire dalle 13.

Inoltre, viene fatto obbligo agli operatori commerciali di munirsi di appositi contenitori per la raccolta differenziata (anche quelli già in uso per l’attività, come ad esempio: sacchetti per la plastica, scatole per cartone e carta, cassette anche di legno per l’umido), all’interno dei quali deve essere inserito ogni rifiuto solido derivante dall’attività espletata, al fine di mantenere costantemente pulito tutto lo spazio assegnato.

I contenitori ben chiusi dovranno essere posti davanti allo spazio assegnato, in modo che gli operatori ecologici possano ritirarli, e dovranno avere scritto su una superficie il nome del titolare dell’esercizio ed il numero dell’autorizzazione comunale. Ciascun operatore è obbligato, altresì, a smaltire a propria cura e spese, eventuali altri rifiuti speciali o pericolosi in maniera diversa e secondo le disposizioni di legge.

La Polizia Municipale è chiamata a controllare se, durante le ore di mercato, gli esercenti abbiano i contenitori e se lo spazio loro assegnato, o nei pressi dello stesso, sia pulito e privo di rifiuti.

Per i trasgressori è prevista una sanzione amministrativa da 103,29 euro a 516,46 euro con pagamento in misura ridotta, entro 60 giorni dalla contestazione o dalla notificazione, di 172,16 euro ed al ripristino immediato dello stato dei luoghi, salvo che il fatto non preveda altra sanzione più grave.

In caso di recidività, si procederà a sospendere per un turno, nel Venerdì successivo all’emanazione del provvedimento, l’attività di commercio. In caso di persistenza, invece, verrà revocata l’autorizzazione ad esercitare la propria attività nel mercatino settimanale di Canicattini Bagni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo