In tendenza

Carnevali storici di Palazzolo e Avola, dall’Ars disco verde al finanziamento

Approvato l'emendamento presentato dalla parlamentare regionale Rossana Cannata

Finanziaria, da Sala d’Ercole disco verde per l’emendamento sostenuto e presentato, in qualità di firmataria, dalla parlamentare Rossana Cannata e che prevede l’assegnazione di somme dedicate in favore dei Comuni Bandiera Lilla, ovvero di quei Comuni che hanno reso la propria realtà cittadina sempre più inclusiva con l’obiettivo di favorire il turismo accessibile da parte di persone con disabilità.

Approvato anche l’emendamento, di cui la vicepresidente della commissione Antimafia è firmataria, e che stanzia dei fondi per gli enti organizzatori dei sette Carnevali storici della Sicilia, riconosciuti a livello ministeriale, tra cui figurano anche due della provincia siracusana, ovvero quelli di Avola e di Palazzolo Acreide. “Un segnale di attenzione – dice Rossana Cannata – per una delle tradizioni più identitarie della Sicilia, conosciuta e apprezzata a livello internazionale. Ma soprattutto un grande riconoscimento alla bravura e alla dedizione dei maestri carristi che rendono possibile una magia che incanta grandi e bambini”.

Sin dal suo insediamento, inoltre, la deputata regionale di Fratelli d’Italia si è occupata di sostenere le iniziative delle associazioni che si occupano della prevenzione e presa in cura dei malati oncologici e questa Finanziaria ha visto il via libero alle norme di un suo disegno di legge che prevedono l’erogazione di un contributo in favore delle pazienti oncologiche per l’acquisto di parrucche, per il miglioramento della loro qualità della vita e del loro benessere personale, e la istituzione della “banca dei capelli”. “Un atto di civiltà per il quale in questi anni mi sono fortemente battuta che finalmente trova approvazione – precisa l’on. Rossana Cannata – e che non riguarda soltanto l’aspetto estetico ma anche quello psicologico di coraggiose donne che hanno necessità di alleviare sofferenze e disagi anche economici”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo