In tendenza

Cassaro, rubano i dati della carta di credito per effettuare acquisti on line: identificati e deferiti

Attraverso un meticoloso lavoro di ricostruzione del canale di pagamento e di tracciamento della consegna dei beni acquistati, i militari hanno identificato in alcune persone vicine alla vittima

Immagine di repertorio

L’incremento dell’utilizzo di mezzi di pagamento elettronico in luogo del contante è un fenomeno che si riscontra anche nei piccoli centri della provincia aretusea. Complice infatti anche la recente introduzione del cashback di Stato, che consente il ristoro del 10% di quanto speso attraverso il mezzo di pagamento elettronico, sempre più cittadini, anche di età avanzata, utilizzano la carta di credito per effettuare acquisti anche di basso valore.

Di contro crescono anche i casi di indebito utilizzo di carta di credito da parte di malfattori che si impossessano con vari metodi truffaldini dei dati riportati sulle carte e, pur senza averne il materiale possesso, effettuano acquisti on line.

Uno di tali episodi è stato recentemente scoperto dai Carabinieri della Stazione di Cassaro. Un cittadino infatti si è rivolto ai militari denunciando di essersi accorto che qualcuno aveva riportato i dati contenuti nelle sue carte per effettuare vari acquisti on line per un importo superiore ai 1.000 euro. L’uomo non si capacitava di quanto accaduto poiché riteneva di aver sempre tenuto con sé le sue carte di credito e pertanto non si spiegava come esse potessero essere state fraudolentemente utilizzate da ignoti.

In realtà per effettuare acquisti on line è sufficiente essere in possesso dei soli dati riportati sulla carta e pertanto basta perdere di vista per un attimo la propria carta per consentire a terzi di fotografarla o trascriverne i dati per i successivi acquisti on line. Probabilmente proprio questo è stato il metodo utilizzato dai responsabili del reato, che i Carabinieri, attraverso un meticoloso lavoro di ricostruzione del canale di pagamento e di tracciamento della consegna dei beni acquistati, hanno identificato in alcune persone vicine alla vittima, che sono state deferite all’Autorità Giudiziaria di Siracusa.

I Carabinieri suggeriscono di non perdere mai di vista la carta di credito quando si effettuano i pagamenti e di attivare, ove possibile, a seconda del contratto di fornitura della carta, i servizi di alert che consentono di verificare in tempo reale tutti i pagamenti effettuati, onde poter bloccare la carta con una semplice telefonata al numero verde fornito dal circuito interbancario di riferimento.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo