Celebrata a Canicattini Bagni la Giornata internazionale del rifugiato

Quest'anno la Giornata è stata celebrata sul web causa emergenza Covid

Si sono svolte tra il 19 e il 20 Giugno 2020 le iniziative legate alla Giornata internazionale del rifugiato organizzate dai progetti Siproimi di Canicattini Bagni e dell’Unione dei Comuni “Valle degli Iblei”, gestiti dagli enti attuatori Passwork scs Onlus, Ass. La Pineta e Arci. Un calendario ricco e partecipato nelle visualizzazioni, negli interventi e nei contributi, nel pieno rispetto delle misure anti Covid-19.

Il fattore Covid, infatti, e il post-quarantena hanno contribuito notevolmente a dettare le modalità di celebrazione della giornata che, a differenza degli scorsi anni, non è stata festeggiata con attività pubbliche, feste e momenti di socialità, ma attraverso il contributo della rete Internet e dei social media.

Registrata, venerdì 19 Giugno, la puntata “Connessioni Solidali”, che ha visto un’ampia partecipazione, superando le 1.200 visualizzazioni. Durante la diretta, condotta dalla giornalista Nadia Germano, con gli interventi della giornalista Alessia Zeferino, ha partecipato il sindaco di Canicattini Bagni, Marilena Miceli, che si è soffermata a parlare dei progetti di accoglienza Siproimi nel territorio ibleo e nel comune di Canicattini.

Il territorio, che accoglie quattro progetti Siproimi, rivolti a minori, donne vulnerabili con bambini e famiglie, rappresenta un fiore all’occhiello dell’accoglienza, per la sua capacità di integrare lo straniero sia a livello sociale, che scolastico e lavorativo. L’intervento di Andrea Baffo, coordinatore dei progetti Siproimi per la cooperativa Passwork scs Onlus, ha consentito di avere un contributo nuovo sulla figura del rifugiato oggi, con le sue problematiche e il suo percorso migratorio.

Inoltre, Baffo, si è soffermato sul progetto musicale che ha visto coinvolti i ragazzi, le ragazze e i bambini dei diversi Siproimi e che ha condotto alla creazione del video “Una volta il Covid”.

Durante l’intervista di Simona Cascio, operatrice legale Siproimi La Pineta – Arci, è stato possibile comprendere anche l’escursus storico e legislativo che ha consentito in questi anni di passare dal PNA (Programma Nazionale Asilo), attraverso gli sprar fino all’attuale legislazione che vede la creazione dei Siproimi (Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per minori stranieri non accompagnati).

Al beneficiario Abdoul Lahat Dieng, che parla un ottimo italiano con cadenza siciliana, e che ha allietato tutti i partecipanti cantando un pezzo di un brano in napoletano, è stata chiesta la sua esperienza in quarantena in comunità e i suoi progetti futuri.  Nel corso della Giornata mondiale del rifugiato di sabato 20 Giugno, sono state due le iniziative legate alla celebrazione di questo importante appuntamento internazionale di integrazione. In serata, alle ore 19:00, è andata in onda la Web Radio visualizzata da circa 3.000 persone.

Con gli interventi e le interviste ai beneficiari e agli educatori si sono approfonditi i diversi aspetti della vita in comunità durante il lockdown. Il sentimento che ha unito tutti è stato il sentirsi protetti all’interno delle strutture, proprio come avviene nelle famiglie.

Varie le iniziative e i progetti messi in campo all’interno dei Siproimi per trascorrere le giornate con un’impronte culturale, educativa e senza dimenticare lo svago e i momenti di allegria. Gli educatori, con la professionalità che li caratterizza, e i beneficiari hanno parlato delle diverse attività svolte. Le lezioni a distanza e i momenti di formazione, hanno visto i ragazzi e le ragazze coinvolti in iniziative appositamente progettate. Tra un intervento e l’altro, gli spettatori sono stati allietati con l’ascolto di diversi brani musicali, senza dimenticare, Covid permettendo, che la Giornata Internazionale del Rifugiato resta un momento di riflessione ma anche di festa.

Sempre sabato 20 giugno alle ore 20,30 è stato realizzato il lancio del brano musicale “Una volta il Covid”. Il brano, sulle note della canzone “Una volta ancora” di Fred De Palma e Ana Mena, è stato scritto dai ragazzi e dalle ragazze dei Siproimi Obioma Canicattini, Obioma Iblei, La Pineta e Casa Aylan. Dai disegni, ai testi, passando attraverso il canto e la recitazione, tutti i beneficiari sono stati coinvolti facendo emergere anche dei talenti che hanno trovato espressione in questa occasione. Il divertimento che ha caratterizzato la creazione del video è stato anche coronato dalle oltre 5.200 visualizzazione registrate sulla pagina Facebook Siproimi Canicattini Bagni – Iblei.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo