In tendenza

Covid, Ferla e Buccheri tornano in zona arancione

Le scuole di ogni ordine e grado ripartiranno e potranno essere regolarmente frequentate da lunedì

Ferla e Buccheri non saranno più comuni sottoposti alla zona rossa.  Inoltre, fino a domenica 02 maggio compreso, permane in vigore il divieto di sostare negli spazi pubblici già comunicati, e la chiusura di ville, parchi e impianti sportivi comunali. Mentre le scuole di ogni ordine e grado ripartiranno e potranno essere regolarmente frequentate, secondo le disposizioni interne dei vari istituti a partire da lunedì 3 Maggio.

“È stato un percorso difficile – commenta il sindaco di Buccheri, Alessandro Caiazzo – e quanto accaduto ci dimostra che oramai l’applicazione di alcune misure restrittive, piuttosto che di altre, è rimessa al comportamento di tutti noi; il passaggio in zona arancione non può certamente essere visto come un successo e c’è poco da festeggiare, considerato che le restrizioni e le regole continuano ad essere stringenti. La nota positiva è che si può tornare a circolare un po’ più liberamente e che diverse attività potranno sensibilmente riprendere a lavorare.
Occorre tuttavia tenere alta la guardia ed attenersi alle disposizioni vigenti, anche perché i contagi rimangono pur sempre elevati. Per tale ragione si ricorda che resta indispensabile l’uso della mascherina ed il rispetto del distanziamento e delle misure di prevenzione, così come la necessità di evitare inutili tensioni tra cittadini e forze dell’ordine. So bene che stiamo vivendo tutti momenti di difficoltà e state pur certi che non mi piace essere visto come uno “sceriffo” da cui essere diffidenti o scappare; penso siamo tutti grandi abbastanza per capire che certe cose ancora non si possono fare e che basta una svista per ripiombare nuovamente in un incubo. Ancora una volta voglio fidarmi dei miei concittadini e dal giorno 3 Maggio non rinnoverò l’ordinanza sindacale che poneva certi divieti, ma da adesso tutti sappiano che non ci saranno più sconti per chi violerà le regole; ci sono le sedi opportune per eventuali ricorsi o scritti difensivi, ma ogni violazione sarà sanzionata senza ulteriori preavvisi. – e poi conclude Dobbiamo tornare a vivere con serenità e pochi irriducibili non possono compromettere un’intera cittadina”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo