Aperture domenicali di supermercati e centri commerciali. C’è l’accordo

Da lunedì disposto il rientro dei dipendenti al Comune di Canicattini Bagni e la graduale riapertura degli uffici

Con apposita ordinanza il sindaco Marilena Miceli ha disposto la riapertura degli uffici con ricevimento previa prenotazione

Il sindaco di Canicattini Bagni, Marilena Miceli, con propria ordinanza, alla luce del Dpcm 26 aprile 2020 del Governo, che attenua il rigore delle misure di prevenzione del contagio Covid-19 e contempla una graduale ripartenza delle attività, anche lavorative, dispone la riapertura graduale degli uffici comunali da lunedì 18 maggio, previo appuntamento con gli uffici, ferma restando al momento l’individuazione dei servizi minimi essenziali e le modalità della loro erogazione, e la totale riapertura al pubblico da lunedì 1 giugno 2020.

Il sindaco, pur mantenendo l’istituto dello smart working straordinario, non applicabile però per tutte le attività, ha interpellato il responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione del Comune, che ha predisposto un progetto di misure anti-contagio oggetto di approfondimento con i capi settore e con il responsabile per la Sicurezza dei lavoratori, nel quale sono individuate le misure organizzative per la gestione degli spazi e degli orari di lavoro, di prevenzione e protezione primaria (informazione, modalità di igienizzazione e sanificazione dei luoghi di lavoro, utilizzo di Dpi, sorveglianza sanitaria e tutela dei lavoratori fragili) e misure specifiche per la prevenzione dell’attivazione di focolai epidemici.

Alla luce di ciò, ferme restando al momento l’individuazione dei servizi minimi essenziali e le modalità della loro erogazione, come regolamentate con le ordinanze 8 e 11 del 2020, ha disposto la revoca dei precedenti provvedimenti per la parte che concerne il personale.

Per cui, dal 18 maggio 2020, escluse le autorizzazioni allo smart working, il personale dipendente del Comune di Canicattini Bagni è riammesso in servizio.

A tal fine sono adottate le seguenti misure cautelari:

Rinvio al 1° Giugno 2020 dell’apertura generalizzata al pubblico, al fine di consentire lo svolgimento delle attività d’ufficio indifferibili ed essenziali minimizzando i rischi da esposizione, prossimità e aggregazione. Adozione delle misure di prevenzione e protezione di cui al documento predisposto dal RSPP. Adeguata informazione ai lavoratori, tramite affissione di apposita cartellonistica e riunioni di settore da tenersi nel rispetto dei principi del distanziamento sociale.

Sottoscrizione una tantum, da parte di ogni lavoratore, di un modulo di autocertificazione attestante: Di non essere sottoposto alla misura della quarantena; Di non essere risultato positivo al Covid-19; Di non avere avuto contatti consapevoli, negli ultimi 14 giorni, con persone positive al Covid-19; Di non provenire da zone a rischio secondo le indicazioni dell’OMS; Di impegnarsi a rispettare tutte le misure di protezione e prevenzione previste dall’Ente (distanziamento sociale, uso di DPI, igienizzazione frequente delle mani); Di essere a conoscenza delle sanzioni penali previste dall’art. 4 del D.L. 25-3-2020, n. 19.

Controllo giornaliero della temperatura corporea, con termo scanner o anche mediante autocertificazione. Possibilità per i Capi Settore di prevedere la presenza a rotazione dei dipendenti, qualora non fosse possibile garantirne il distanziamento sociale. Coinvolgimento del “medico competente” (MC) per la tutela dei lavoratori fragili, cioè collocati in fasce di età più elevate della popolazione nonché in presenza di alcune tipologie di malattie cronico degenerative (ad es. patologie cardiovascolari, respiratorie e dismetaboliche) che in caso di comorbilità con l’infezione possono influenzare negativamente la severità e l’esito della patologia. L’attivazione del medico competente deve essere richiesta dal lavoratore. Coinvolgimento del medico competente per il reintegro progressivo di lavoratori dopo eventuale infezione da SARS-CoV-2. Formale approvazione del Piano per le misure anti-contagio da parte dei soggetti di cui all’art. 35 del D. Lgs. 9-4-2008, n. 81. Istituzione del Comitato per l’applicazione e la verifica del Piano.

Da Lunedì 18 Maggio 2020 è previsto l’accesso dal portone principale di Via XX Settembre per i soli dipendenti comunali. Il pubblico deve accedere dall’ingresso di Via Silvio Pellico (Comando di Polizia Municipale) fissando previamente un appuntamento con gli uffici e rispettando tutte le norme evidenziate in apposita cartellonistica

Numeri e recapiti per fissare appuntamento:

• Centralino: 0931540111

• Pec: comune.canicattinibagni@pec.it

• Sindaco: 0931540202 – marilenamicelisindaco@gmail.com

• Vicesegretario: 0931540206 – 3343476024 – agreco@comune.canicattinibagni.sr.it

• Ufficio Anagrafe: 0931540212 – anagrafe@comune.canicattinibagni.sr.it

• Ufficio di Stato civile/Elettorale: 0931540223 – statocivile@comune.canicattinibagni.sr.it

• Albo Pretorio: 0931540234 – albopretorio@comune.canicattinibagni.sr.it

• Assistenti sociali: 0931540220 – servizisociali.canicattinibagni@pec.it – lucyscuderi26@gmail.com –

lucyscuderisociale@comune.canicattinibagni.sr.it – simona.zammitti@virgilio.it

• Servizi sociali: 0931540229

• Ragioneria: 0931540203 – ragioneria@comune.canicattinibagni.sr.it

• Ufficio Tecnico: 0931540222 – 0931540230 – 0931540235 –

ufficiotecnico@comune.canicattinibagni.sr.it

• Polizia Municipale: 0931540216 – 0931540216 – 0931945131

poliziamunicipale@comune.canicattinibagni.sr.it

gcasella@comune.canicattinibagni.sr.it

• Protezione civile: 0931541160 – 0931945551 – stesse e-mail della Polizia municipale

• Ufficio Tributi: 0931540239 – ufficiotributi@comune.canicattinibagni.sr.it

• Sviluppo economico, Sport, Sanità, Randagismo, Pubblica Istruzione, Turismo, Spettacolo: 0931946573 – 3343418435 – pcappe@comune.canicattinibagni.sr.it


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo