In tendenza

Disponibili 10 posti di volontario nel Servizio Civile Universale per il progetto “Terra di sud terra di confine” a Canicattini Bagni

Il progetto ha la durata di 12 mesi e impiegherà i 10 volontari per circa 25 ore settimanali con un totale di 1145 ore nell’anno, con un compenso netto al mese di 439,50 euro

C’è tempo sino alle 14 di lunedì 15 febbraio 2021 per presentare, esclusivamente on line, tramite la piattaforma (Dol) Domanda On Line https://domandaonline.serviziocivile.it la domanda di partecipazione al Servizio Civile Universale, per il progetto “Terra di sud terra di confine” della Cooperativa sociale Passwork di Canicattini Bagni, che prevede 10 posti per giovani volontari dai 18 ai 28 anni di età.

Il progetto, approvato dall’Ufficio Nazionale del Servizio Civile nell’ambito del Bando Garanzia Giovani programma “Nessuno Escluso”, ha la durata di 12 mesi e impiegherà i 10 volontari per circa 25 ore settimanali con un totale di 1145 ore nell’anno, con un compenso netto al mese di 439,50 euro.

I giovani volontari del progetto “Terra di sud terra di confine” si metteranno al servizio degli “altri” e della propria realtà territoriale affiancati da una equipe multidisciplinare, e si occuperanno di accoglienza, mediazione, attività ludico ricreative, sportive e laboratoriali, presso le strutture Sai-Siproimi (Sistema di Accoglienza e Integrazione – Sistema di Protezione per titolari di protezione Internazionale e per Minori stranieri non accompagnati) affidate a Passwork:

  1. “Casa Aylan” a Canicattini Bagni, che accoglie 10 minori stranieri non accompagnati che, tramite percorsi di integrazione, vengono inseriti nel contesto scolastico, sociale, territoriale, professionale e formativo.
  2. “Obioma”, sempre a Canicattini Bagni, dove sono ospitate 16 utenti, donne immigrate con figli, appartenenti alla categoria “disagio mentale” che, attraverso progetti individualizzati per la salute psicofisica e sociale delle ospiti, puntano alla loro integrazione nel tessuto sociale territoriale.
  3. “Obioma Iblei”, il sistema di accoglienza diffusa ed integrata nel territorio dei Comuni montani dell’Unione dei Comuni “Valle degli Iblei” (Buccheri, Buscemi, Cassaro, Ferla, Palazzolo Acreide e Sortino), dove sono accolti 9 nuclei familiari di migranti, beneficiari di protezione internazionale o richiedenti asilo.

Per ulteriori informazioni si può chiamare il numero telefonico 0931464628 di Passwork o consultare la sezione “Notizie” del sito www.passwork.org


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo