Festa con spettacolo circense per i bambini del centro estivo “Soleluna” di Canicattini Bagni

I bimbi sono rimasti affascinati dallo spettacolo di giocoleria, equilibrismo, animazione e, per chiudere, i giochi con le bolle di sapone, partecipando e applaudendo con grande entusiasmo

Festa grande questa mattina per i bambini del Centro Estivo “Soleluna” nella scuola dell’infanzia “S. Nicola”, promosso e gestivo dall’impresa sociale Passwork e attivato gratuitamente per conto del Comune di Canicattini Bagni, assieme all’altro Centro Estivo “Le nuove avventure di Tararì Tararera” gestito dall’omonima Associazione all’Oratorio “S. Filippo Neri” della città, nell’ambito degli interventi finanziati dal Ministero per le Pari Opportunità e Famiglia, per la “ripresa” dopo il lungo lockdown per l’emergenza Covid-19.

Presenti il sindaco Marilena Miceli, il vice sindaco Pietro Savarino, l’Assessore Salvatore La Rosa, il presidente di Passwork, Sebastiano Scaglione e la direttrice del Centro, Roberta Caruso, i 38 bambini dai 3 ai 14 anni iscritti al progetto inclusivo “Soleluna”, sotto l’occhio vigile dei nove giovani animatori e due assistenti impegnati a seguirli e a farli divertire, questa mattina hanno assistito alla magia dello spettacolo circense del duo “Tres’h Jolies”, ovvero Franse Circo Riccio e Cinzia Di Rosolini.

“I bambini si divertono sempre in queste occasioni – ha sottolineato il sindaco Marilena Miceli – in particolare in questa fase post lockdown che li ha costretti a stare a casa per lungo tempo. Per loro uscire, incontrare e giocare insieme ad altri bambini, è come rivivere. Su loro, con le scuole e gli spazio gioco chiusi, ha pesato molto la difficile fase della pandemia. Non a caso, appena ce n’è stata data l’opportunità attraverso il provvedimento del Governo per i centri estivi, come amministrazione comunale abbiamo fatto la scelta di renderne gratuita la partecipazione, invitando con un bando pubblico Associazioni e Imprese sociali ad attivarli. A rispondere sono stati in due e così abbiamo attivato due Centri Estivi. Vogliamo che i bambini si divertano e tornino a scuola sereni, come sereni ci auguriamo siano anche le famiglie che continueranno ad avere tutta la nostra attenzione, sperando e augurandoci di aver superato il peggio”.

I bambini di “Soleluna”, che si caratterizza per la scelta inclusiva e multietnica fatta dai suoi promotori, accogliendo, in un unico progetto ludico-ricreativo, anche i piccoli delle fasce più deboli, dall’Educativa ai portatori di Disabilità, ai bambini extracomunitari ospiti in città, giunti già alla terza delle quattro settimane di vacanze previste dal bando del Comune, sono rimasti affascinati dallo spettacolo di giocoleria, equilibrismo, animazione e, per chiudere, i giochi con le bolle di sapone, partecipando e applaudendo con grande entusiasmo.

Ringraziamo il sindaco e l’amministrazione comunale – ha concluso il presidente di Passwork, Scaglione – che ci ha dato l’opportunità di poter rendere felici per un mese questi bambini con un progetto inclusivo che coinvolge anche i piccoli delle fasce più deboli, i bambini dell’Educativa, i portatori di disabilità, i figli delle famiglie extracomunitarie ospiti del territorio. Progetto inclusivo che rafforza l’azione formativa dei bambini e trova, di questo siamo felici, la condivisione e la partecipazione della comunità”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo