In tendenza

I sindaci della zona montana a Roma per le zone franche montane

Lo scopo è sensibilizzare la deputazione di Camera e Senato ad esitare la legge per il riconoscimento delle Zone Franche Montane

Partecipano alla manifestazione per il riconoscimento della fiscalità di sviluppo per compensare gli svantaggi dovuti all’altezza dei luoghi. Dalle ore 9.30 alle 13 è prevista un’adunanza in piazza di Montecitorio, con diretta Facebook dalla pagina “zonefranchemontane”, l’hashtag è #dirittodiresidenza.

Lo scopo dell’iniziativa pubblica è sensibilizzare la deputazione di Camera e Senato ad esitare la Legge approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana il 17 dicembre 2019, per il riconoscimento delle Zone Franche Montane che è in attesa da di 2211 giorni.

“I tantissimi sindaci dei piccoli comuni siciliani montani sono oggi a Roma per manifestare e chiedere una fiscalità di sviluppo che freni il fenomeno di desertificazione umana ed imprenditoriale di questi territori. La Legge obiettivo approvata dalla Regione Siciliana il 17 dicembre 2019, per il riconoscimento delle Zone Franche Montane, è ancora in attesa di essere applicata. Applicando la legge invece si potrà scongiurare il declino di queste aree dell’Isola – dichiara Stefania Prestigiacomo, deputato di Forza Italia, partecipando questa mattina alla manifestazione coordinata dall’Associazione Zone Franche Montane Sicilia – La fiscalità di sviluppo è essenziale per compensare l’oggettivo degrado economico subito dai comuni montani della regione siciliana. Il Covid ha fatto esplodere una crisi che era già presente da tempo, ma adesso le comunità delle ‘terre alte’ non ce la fanno davvero più. E’ necessario agire in fretta in modo che la legge sulle Zone franche montane trovi applicazione e sia di aiuto per i nostri territori vessati da una gravissima crisi economica, acuita notevolmente dall’emergenza sanitaria”.

“Siamo al fianco dei sindaci che oggi a Roma chiedono l’approvazione da parte del parlamento nazionale della legge per il riconoscimento delle zone franche montane esitata dall’Assemblea regionale siciliana, che consentirebbe di compensare almeno in parte il deficit competitivo che penalizza le comunità e le imprese dei territori montani – lo dice Giuseppe Lupo capogruppo del Pd all’Ars – procedere all’approvazione definitiva della norma, se necessario anche con un accordo Stato- Regione per il reperimento delle risorse necessarie all’attuazione delle disposizioni fiscali, è una priorità che deve vedere unite tutte le forze politiche”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo