Il Comune di Palazzolo ha aderito alla rete delle città della cultura

Il Comune ha formalizzato con una delibera di Giunta l'adesione e presto farà parte del progetto che condividono molte città d'Italia

Il Comune di Palazzolo ha aderito alla rete delle città della cultura. Su proposta dell’assessorato al Turismo guidato dal vicesindaco Maurizio Aiello, il Comune ha formalizzato con una delibera di Giunta l’adesione e presto farà parte del progetto che condividono molte città d’Italia, come Matera o Troina in Sicilia.

L’adesione – spiega il vicesindaco Aiello – ci permette di seguire anche le innovazioni che su cultura, turismo e sviluppo territoriale si avviano in realtà virtuose. Entrare nella rete significa conoscere e scambiare buone pratiche e una collaborazione costante su tutte le tematiche inerenti la cultura, i beni culturali e il turismo, oltre che promuovere nuovi rapporti interistituzionali e il consolidamento delle relazioni tra le città che vi aderiscono”.

Continua la “messa a sistema” di un settore che richiede costanza e visione e che nel post-covid va ripensato. “Stiamo cercando di continuare tra mille difficoltà – conclude Aiello – a garantire l’apertura dei siti museali e dei siti religiosi. Con il parco archeologico vi è una grande intesa e in questi giorni la Regione ha inserito Palazzolo nel cartellone dei vari spettacolinei siti archeologici. Ci sono molte difficoltà ma il futuro di questi territori passa dal turismo culturale, esperienziale e quello legato al benessere fisico e mentale”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo