In tendenza

Il Consiglio comunale di Canicattini Bagni approva all’unanimità Pef e tariffazioni 2022: previste riduzioni per le attività produttive

Aperti i lavori del Consiglio da parte della presidente Loretta Barbagallo è stata l’assessore Miceli ad illustrare in aula il Piano Economico Finanziario del servizio di gestione dei rifiuti e il piano delle tariffazioni approntato dall’Arera che prevedono la copertura dei costi, che per il Comune di Canicattini Bagni sono invariati dal 2015

Il Consiglio comunale di Canicattini Bagni, nel pomeriggio di ieri giovedì 28 luglio 2022, nella seduta di proseguo decisa martedì scorso, ha approvato all’unanimità il Piano Economico Finanziario del Servizio di gestione dei rifiuti anni 2022-2025 e la determinazione delle Tariffe anno 2022, approntate dall’Arera, l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, e validate dalla SRR provinciale.

L’argomento in questione, come deciso dall’amministrazione comunale del sindaco Paolo Amenta, su proposta dell’assessore al Bilancio e ai Tributi, Marilena Miceli, era stato rinviato a giovedì per dare modo di poterlo discutere nell’apposita Commissione consiliare costituita lo scorso martedì e convocata per ieri.

Aperti i lavori del Consiglio da parte della presidente Loretta Barbagallo è stata l’assessore Miceli ad illustrare in aula il Piano Economico Finanziario del servizio di gestione dei rifiuti e il piano delle tariffazioni approntato dall’Arera che prevedono la copertura dei costi, che per il Comune di Canicattini Bagni sono invariati dal 2015, al cento per cento attraverso la bollettazione e quindi la definizione delle tariffe.

L’assessore Miceli ha così spiegato che dal 2021, oltre alla redazione del PEF è scattato l’obbligo della cosiddetta “tariffa puntuale” che per il legislatore europeo e nazionale significa l’applicazione del principio “chi più inquina più paga”.

Il PEF presentato, pertanto, ha specificato ancora il vice sindaco, è stato redatto in base ai codici e ai parametri della delibera Arera, alcuni fissi e alcuni variabili, con quest’ultimi riferiti anche alle tipologie delle attività, nel caso di utenze non domestiche, e oltre ai metri quadri dell’immobile anche ai componenti il nucleo familiari per le utenze domestiche.

Per cui, nonostante il costo complessivo del servizio rimasto invariato dal 2015 – ha sottolineato l’assessore Marilena Miceli – l’applicazione dei codici e dei parametri Arera hanno creato un eccessivo incremento della tariffazione per alcune attività produttive. Per cui sia nel 2021 così come anche per il 2022 l’amministrazione comunale ha ritenuto opportuno applicare quanto previsto dal Decreto 50 utilizzandola parte residuale delle risorse accreditato ai Comuni per il fondone Covid per ridurre le tariffe a carico delle attività commerciali e produttive già pesantemente colpite in questi anni dall’emergenza sanitaria e della crisi economica. Dopo l’approvazione del PEF e delle tariffe 2022 del servizio rifiuti, la Giunta comunale approverà una propria delibera di riduzione delle tariffe per le categorie produttive“.

Concluso l’intervento del vice sindaco a prendere la parola è stato il capogruppo di minoranza di “Insieme per Cambiare” Alessandro Cultrera per annunciare il voto favorevole del suo gruppo.

Abbiamo avuto modo di approfondire in Commissione e adesso in aula le illustrazioni fatte dal Vice Sindaco Miceli – ha detto il capogruppo Alessandro Cultrera – e abbiamo potuto elogiare il lavoro svolto dall’Amministrazione comunale, perché in questo modo si è potuto avere una riduzione delle tariffe per le attività commerciali e produttive. Auguriamo che in futuro si possano trovare delle soluzioni per continuare su questa linea e, addirittura, se possibile, abbassare le tariffe anche ai cittadini“.

Chiusi gli interventi il Consiglio all’unanimità ha approvato il provvedimento e la immediata eseguibilità. Non essendo previsti altri punti all’ordine del giorno la Presidente Loretta barbagallo, pertanto, chiudeva la seduta.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo