In tendenza

Il Corpo di Pubblica assistenza presenta i nuovi mezzi di soccorso a Palazzolo

I mezzi in possesso – posti a disposizione di tutta la comunità montana e regionale – consistono in 2 unità mobile di soccorso, 1 unità mobile di rianimazione, 1 automedica, 1 mezzo di soccorso speciale antincendio e 1 autobotte

Questa mattina il Corpo di Pubblica Assistenza Protezione Civile Templare Federiciana OdV, presenta i mezzi di soccorso in piazza del Popolo a Palazzolo Acreide.

Si tratta di un’organizzazione di volontariato senza scopo di lucro e persegue finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale attraverso lo svolgimento continuato di attività d’interesse generale. Nasce nel 2016, con il compito di aiutare il prossimo nelle svariate forme di assistenzialismo. Il Corpo negli anni ha visto una vera e propria “crescita”, vantando a oggi un organico di circa 60 volontari tra soccorritori, servizi sanitari, Protezione Civile, personale medico e sanitario, mediatori culturali, operatori radio in emergenza con brevetto C. Grande importanza, infine, la figura dell’operatore di droni per il soccorso, formato per la ricerca di persone scomparse, incidenti stradali e ferroviari, monitoraggio dissesto idrogeologico e monitoraggio incendi. I mezzi in possesso – posti a disposizione di tutta la comunità montana e regionale – consistono in 2 unità mobile di soccorso, 1 unità mobile di rianimazione, 1 automedica, 1 mezzo di soccorso speciale antincendio e 1 autobotte.

Tra le attività svolte, si citano i trasporti infermi da e verso gli ospedali provinciali, regionali e nazionali, trasporti con eliambulanza in Italia e all’Estero, trasporto sangue, trasporto dializzati, Pronto Farmaco; all’Organizzazione è affidata anche la gestione dell’area dell’elisuperficie a Palazzolo Acreide, attiva h24 per l’atterraggio degli elicotteri in emergenza.

Il presidente del Corpo – Emilio Zuccarini – rivolge al dirigente generale del Dipartimento di Protezione Civile un doveroso ringraziamento sottolineando l’accoglienza ricevuta tra la grande famiglia costituita da tutte le componenti di Protezione civile e ancora all’Assessorato regionale delle Politiche Sociali e della Famiglia.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo