In tendenza

Il museo Tempo di Canicattini Bagni, il sistema rete dei Musei Iblei e l’Ecomuseo su Wikipedia

Un traguardo che è motivo di soddisfazione e di orgoglio per gli amministratori canicattinesi e per gli operatori museali

Il Museo Civico Tempo del Comune di Canicattini Bagni, il Sistema Rete Museale Iblei che raccoglie i piccoli Musei etnoantropologici dell’area montana della provincia di Siracusa e l’Ecomuseo degli Iblei, con la sua storia e cultura millenarie, le tradizioni, gli antichi mestieri, i sapori, il patrimonio paesaggistico e gli itinerari naturalistici, da ottobre su Wikipedia, la grande enciclopedia mondiale della libera conoscenza.

Ne danno notizia il sindaco di Canicattini Bagni Marilena Miceli con gli Assessori al Turismo e alla Cultura, Sebastiano Gazzara e Mariangela Scirpo, a nome dell’Amministrazione comunale, assieme al presidente del Museo del Tessuto, dell’Emigrante e della Medicina Popolare (Tempo), Paolino Uccello, responsabile, altresì, del Sistema Rete Museale Iblei e dell’Ecomuseo degli Iblei, nati con il sostegno dei Comuni di Canicattini Bagni, capofila e coordinatore, Floridia e Sortino, della Soprintendenza ai Beni Culturali di Siracusa e della locale Agenzia di Sviluppo degli Iblei – Gal Val d’Anapo, presieduta dall’ex Sindaco Paolo Amenta fautore della nascita del Museo e del Sistema museale dei Comuni iblei del siracusano.

Un traguardo che è motivo di soddisfazione e di orgoglio per gli amministratori canicattinesi e per gli operatori museali, per il lavoro di valorizzazione e promozione del territorio ibleo svolto in questi anni, e che grazie alla partecipazione al Bando 2020 “10 Piccoli musei” di Wikimedia Italia (il capitolo italiano di Wikimedia Foundation, la Fondazione che sostiene Wikipedia, e di OpenStreetMap Foundation, il progetto di mappatura libera e collaborativa “Wikipedia delle mappe”), rivolto alle istituzioni culturali per la valorizzazione dei piccoli Musei, diventa adesso patrimonio universale.

“10 Piccoli musei”, nell’ambito del progetto Glam (Galleries, Libraries, Archives and Museum – Gallerie, Biblioteche, Archivi e Musei), è un progetto di valorizzazione del patrimonio museale italiano che Wikimedia Italia ha sostenuto in collaborazione con varie realtà territoriali e associative, dedicandolo a 10 piccole realtà museali di regioni diverse, esteso successivamente a un totale di 19 musei di 10 regioni diverse.

Questi Enti si sono impegnati a condividere, in parte o integralmente, il proprio patrimonio culturale sulle piattaforme Wiki, con l’aiuto di wikipediani/wikimediani locali che rendono possibile lo svolgimento delle varie attività.

Per la promozione del Museo Tempo, dell’Ecomuseo degli Iblei e dell’Altopiano ibleo in provincia di Siracusa, il progetto ha previsto la condivisione del dataset dei reperti esposti, di fotografie su Wikimedia Commons dei principali siti storico archeologici e antropologici del territorio, di creazione di voci su Wikipedia relative ai siti e ai Musei del territorio e ai temi collegati, facendo parte il Museo Tempo del Sistema Rete Museale Iblei, nonché la creazione su Wikivoyage della guida “Viaggio negli Iblei”.

Il progetto, svoltosi nell’anno 2020-2021, ha inoltre previsto la formazione per il personale, con la supervisione del tutor volontario wikipediano Saverio Malatesta, che ha supportato lo staff del Museo Tempo e con la costante presenza della formazione online organizzata dallo staff di Wikimedia Italia con il tutor Marco Chemello.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo