Il sindaco di Ferla assume la presidenza dell’Unione dei Comuni “Valle degli Iblei”

Giansiracusa, ha assunto, in applicazione del principio di rotazione in vigore nell'Ente, il ruolo di presidente dell'Unione dei Comuni

Martedì scorso, nell’aula consiliare del Comune di Canicattini Bagni, il sindaco di Ferla, Michelangelo Giansiracusa, ha assunto, in applicazione del principio di rotazione in vigore nell’Ente, il ruolo di presidente dell’Unione dei Comuni “Valle degli Iblei” a cui appartengono le municipalità di Buccheri, Buscemi, Canicattini Bagni, Cassaro, Ferla, Palazzolo Acreide e Sortino.

A distanza di 7 anni, ho l’onore di presiedere per la seconda volta l’Unione dei Comuni a cui ha aderito la municipalità che rappresento”, dichiara il neopresidente Giansiracusa. “Prendo il testimone dal sindaco di Palazzolo, Salvatore Gallo, che ringrazio per il servizio svolto in rappresentanza di tutto il comprensorio. sono pienamente consapevole – prosegue –  della forte crisi che contraddistingue le autonomie locali in questo momento in Italia e nella nostra regione, a seguito di politiche nazionali e regionali poco lungimiranti che hanno completamente messo in discussione il fondamentale ruolo delle unioni di enti locali quali ultimo baluardo, specie per i comuni più piccoli, per l’espletamento dei servizi alle municipalità e alle comunità. Parola d’ordine per la mia presidenza rimane, comunque, servizi. Necessario diviene allora concretizzare e accelerare la realizzazione di attività di cui si parla da tempo, ma che tuttavia permangono solo dei “desiderata”, e mi riferiscono alla Protezione Civile, e alla creazione di un unico comparto di Polizia municipale”.

Il neopresidente nelle linee programmatiche esposte durante l’insediamento, ha esplicitamente elogiato l’importante collaborazione dimostrata da tutti i sindaci dell’Unione, nella loro capacità di lavorare in coesione e nell’aver affrontato uniti i momenti più critici dell’emergenza sanitaria e sociale delle scorse settimane. Pertanto, ha chiaramente espresso che l’obiettivo da perseguire sin da subito sarà quello di colmare il gap tra la capacità politica di “fare squadra” e le difficoltà finanziarie su cui versa l’Ente che ne limitano la pianificazione strutturale e la prontezza di intervento.

Infine, vorrei – conclude Giansiracusa –  che l’Unione e le linee programmatiche  rimangano aperte alle sollecitazioni da parte delle comunità che rappresentiamo, e di cui siamo i portavoce in ragione di quei principi di democrazia e partecipazione ribaditi dalla carta costituzionale e dal nostro Statuto”.

Al termine del discorso di insediamento, il presidente Giansiracusa ha dedicato la sua nomina e un momento di ricordo all’ex sindaco di Buscemi Nellino Carbé, scomparso prematuramente in primavera a causa del Covid19, tra i padri fondatori dell’Unione dei Comuni “Valle degli Iblei”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo