In tendenza

Il Sortino Calcio intende far chiarezza sulla gestione dell’impianto comunale

Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato del Sortino calcio, in merito alla gestione dell’impianto comunale:

Il Sortino Calcio in quanto gestore dell’impianto comunale, dopo la convenzione affidata dal comune in seguito ad un bando di concorso, intende mette in chiaro alcune cose che riguardano la gestione del campo e le spese che quest’ultima comporta.

Innanzitutto dopo la situazione creatasi per l’incontro di campionato disputatosi “a porte chiuse” dell’ A.S.D. Santa Sofia che si è svolto Domenica, 4 novembre presso lo stadio Comunale di Sortino, la società del Sortino Calcio reputa necessario chiarire alcuni punti sulla vicenda, che poco ha a che fare con la gestione dello Stadio Comunale.

Difatti per poter disputare una gara nell’impianto sportivo e permettere al pubblico di assistere all’evento si necessita di una autorizzazione della Questura che è mancata al Santa Sofia non a causa di ritardi nella cessione del nulla osta da parte della società gestrice del campo sportivo, ma dalla ritardata tempistica, causata dalla tardiva consegna del calendario di terza categoria e di conseguenza dalla tardata tempistica da parte della dirigenza del Santa Sofia, nel formulare tale richiesta alla dirigenza del Sortino Calcio. Il Presidente Giuseppe Mezzio vuole sottolineare «che questa situazione si è venuta a creare non per screzi personali, disaccordi o contrasti ma per una semplice esplicazione burocratica che tuttavia non ha avuto luogo nei tempi giusti e richiesti da parte della nostra società.

Una società, quella del Sortino Calcio che ha messo, in quanto responsabile del campo sportivo, l’impianto sempre a disposizione di tutti, creando un calendario concordato, apportando inoltre modifiche allo stadio e migliorie utili a tutti, sia per quanto riguarda il terreno di gioco sia per la struttura dell’impianto e per i servizi igienici, spese che gravano su tutte le società utilizzatrici secondo le considerazioni economiche messe in atto e deliberate dal Comune di Sortino e dalla giunta.

Per quanto riguarda tali spese rimaniamo sempre convinti» Aggiunge Mezzio, «che il rispetto delle regole nel contesto Campo sportivo provenienti dalle indicazioni contenute nella Convenzione tra Sortino Calcio e Comune di Sortino devono essere rispettate sia dalla società gestrice che dalle società utilizzatrici e con questa speranza ci siamo addossati pesanti oneri relativi al consumo di energia elettrica e non solo. Si tratta di oneri economici che, vogliamo ribadire, sono tenuti costantemente sotto controllo con parsimonia come si fa nelle case private al fine di limitare al massimo tale consumo.»


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo