In tendenza

“Lavoriamo a una maggiore fruizione del teatro di Akrai, disponibili a collaborazioni con privati”: il vicesindaco di Palazzolo ringrazia Auteri e rilancia

"Con il parco archeologico stiamo iniziando ad aprire a eventi organizzati da fondazioni, un esempio la stagione musicale della Mascagni"

“Vorrei ringraziare Auteri per le espressioni di stima e di apprezzamento che ha avuto per Palazzolo e per la nostra visione: sono espressioni molto importanti, ci hanno sorpreso e non sono frequenti. Oggi amministrare, nel post covid, per sindaci e vicesindaci significa essere spesso al centro del dibattito, siamo l’ultimo baluardo dei cittadini che vengono a chiedere aiuto per pagare le tasse, per accedere ai servizi sociali e sanitari”. Il vicesindaco di Palazzolo risponde e ringrazia così l’imprenditore culturale Carlo Auteri, che si è complimentato con l’amministrazione comunale per la manutenzione del paese e per l’impegno dimostrato in questi anni suggerendo di utilizzare di più il teatro Greco di Akrai affinché si possa ampliare la programmazione al di là del festival dei giovani.

“Palazzolo ha puntato dal 2018 a una “promozione no stop” – spiega Aiello – con diversi progetti e partecipazione a fiere, trasmissioni tv, che alla fine hanno portato brand famosi a scegliere questi luoghi per i propri progetti, come Land Rover e Michelin. È indubbio che si è investito sul pedale del turismo e tanti, infatti, sono stati i nostri concittadini e non solo, che hanno investito in strutture extra alberghiere, con tutto quello che ruota attorno con maestranze come muratori, elettricisti, falegnami, grafici”.

E nel frattempo Palazzolo ha già lanciato la stagione culturale con il teatro classico dei giovani, la notte bianca del carnevale, un weekend di due giorni con i giganti di cartapesta, la festa del 2 giugno, mentre sarà presentato a breve il calendario degli eventi estivi. “Sulla collaborazione con i privati – conclude Aiello – e una maggiore fruizione del teatro greco, ci stiamo lavorando. Con il parco archeologico stiamo iniziando ad aprire a eventi organizzati da fondazioni, un esempio la stagione musicale della Mascagni. Il progetto voluto dal patron Messina, imprenditore palazzolese, con artisti di altissima caratura sia italiani che stranieri che alzano ulteriormente “l’asticella” e permettendo al pubblico di poter gustare la musica in un’esperienza a 360 gradi al teatro greco. O la collaborazione con Mib, che nello spazio San Sebastiano ha organizzato la mostra “Miserere”, un prestito della Pro Civitate Christiana di Assisi, proprietaria di una delle 450 incisioni originali, stampate dall’artista e smembrate in varie gallerie, pubbliche e private, nel mondo. Per non parlare di “Vicoli e Sapori” o aggregazioni di attività enogastronomiche e imprese che hanno creato “HeritageExperience”, un gruppo che partecipa anche alle fiere internazionali. In queste settimane abbiamo tanti visitatori, ma è chiaro che per ripartire ancora più forti, sarà necessario incrementare partenariati e collaborazioni anche con privati, e Palazzolo, da sempre, è aperto a qualunque tipo di iniziativa generi crescita e perché no, occupazione, specialmente nei settori del turismo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo