In tendenza

Palazzolo Beach Soccer, altri sei punti nella tappa di San Benedetto del Tronto

Adesso l’ultima tappa per accedere alle finali scudetto

Da un grande gruppo, derivano grandi soddisfazioni. Il Palazzolo Beach Soccer sorride e gongola al termine della seconda tappa di campionato di Serie Aon (Poule Scudetto) conclusa con altre due vittorie contro Terracina e Pisa (non le ultime arrivate) e una sconfitta – per la verità non meritata per la prestazione offerta contro Viareggio – portandosi a +8 in classifica in attesa che i giochi vengano decisi a Giugliano in Campania, tappa che definirà la classifica e i posti per le Final Eight di Catania. Da grandi uomini è lecito aspettarsi determinati risultati, lo si è appurato già a Viareggio in cui lo stesso trend (2 V 1 S) aveva impressionato addetti ai lavori e simpatizzanti del calcio su sabbia, in special modo dopo il successo sui vice campioni d’Italia della Sambenedettese. Il Palazzolo Bs ha voluto continuare a stupire, e nonostante la definitiva consacrazione, manterrà un profilo basso nel segno del motto che sancisce l’umiltà del gruppo gialloverde: “testa bassa e pedalare, fino in fondo”. La tappa di San Benedetto del Tronto si chiude con il definitivo boom dei brasiliani Alisson – goleador (una perla la tripletta col Pisa) e scommessa assolutamente vinta dal presidente Luca Lumia e mister Sirio Silvestri – e Anderson, la cui esperienza risiede come un fedele specchio che fa da cartina di tornasole, sulla sabbia delle migliori spiagge italiane. Perez è sinonimo di certezza ineluttabile. Menzione speciale per Stefano Caruso, tarantolato in porta, capace di parare di tutto abbassando la saracinesca e per Danilo Mirabella che all’esordio ha subito segnato un gol liberatorio. Il resto? Come sempre è il gruppo a fare la differenza e nel Palazzolo ogni tassello ha saputo fino ad oggi essere decisivo quando chiamato in causa.

Col Pisa una partita di spessore finita per 8-4 a bissare la vittoria ottenuta ai supplementari contro Terracina nella giornata di sabato. Salvo Campanella, capitano del Palazzolo Bs è commosso dopo la vittoria sul Pisa. “Che dire, una tappa a dir poco esemplare. Questa squadra è una grande famiglia. Grande impresa battere Terracina e Pisa. Faccio i complimenti a tutti, davvero. A mister Sirio Silvestri e a Daniele Bosco che ci sta sempre vicino. Dedico questa vittoria a quello che per me è un fratello, Danilo Litteri, alla mia compagna e futura moglie che mi sostiene oltre che al patron Graziano Cutrufo e al presidente Luca Lumia che hanno creduto e investito su di noi”.

Non si nasconde, non lo ha mai fatto, il presidente del Palazzolo Beach Soccer Luca Lumia che dopo il successo del Pisa va a stilare il bilancio di fine tappa, esultando per i risultati ottenuti nelle prime sei giornate di Serie Aon. “Prestazione perfetta col Pisa – commenta il presidente gialloverde -, abbiamo giocato un gran beach soccer. La tappa è andata più o meno come avevamo immaginato, siamo in corsa. La squadra è forte, l’obiettivo era quello di giocarsela contro tutti e mi pare che fino ad oggi ci siamo riusciti alla grande. Sono contento, ma voglio richiamare tutti alla calma e a mantenere questo spirito: stiamo bene fisicamente e abbiamo fame, credo che questo sia un ingrediente che non possiamo permetterci di perdere. Dobbiamo continuare a lottare su ogni pallone e rimanere sempre uniti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo