Palazzolo, controlli anche nei condomini: “vietate le visite ai parenti”

Sono consentiti invece gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni

Ai normali controlli di routine che da settimane sono coordinati da Polizia municipale, Carabinieri e assessorato alla Protezione Civile, da ieri a Palazzolo Acreide lente d’ingrandimento sui condomini e sulle visite da parte di parenti.

Ricordo ai cittadini – spiega l’assessore Aiello – che non sono consentite dal decreto presidenziale le visite ai propri cari se non per motivi di stretta necessità. Lo so è dura, ma in questi giorni è pericoloso visitare parenti anziani, figli con bambini piccoli. Non sono spostamenti necessari e, quindi, non rientra tra gli spostamenti ammessi dal decreto. Inoltre in molti mi segnalano impauriti l’utilizzo dell’ascensore da parte di estranei ai nuclei familiari nei condomini. Ricordo che è pericoloso, in quanto non può essere garantita la distanza di un metro tra le persone, quella che garantisce la sicurezza di un eventuale contagio attraverso le vie aeree.”

Sono consentiti invece gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni dall’altro genitore o comunque dall’affidatario, oppure per condurli a casa propri, sono consentiti, in ogni caso secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio. In caso di necessità è invece consentito spostarsi per accompagnare i propri figli dai nonni o per andarli a riprendere all’inizio o al termine della giornata di lavoro, essendo una necessità.

Sono comportamenti – conclude Aiello – utili soprattutto per non mettere in pericolo gli over 65, genitori e parenti anziani più esposti. In questa fase possiamo fare la differenza ed evitare il prolungamento dell’emergenza”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo