Palazzolo e coronavirus, sbotta l’assessore Aiello: “basta comportamenti infantili”

Tra chi fa doposcuola, chi esce in auto e chi si reca all'isola ecologica nonostante funzioni la raccolta porta a porta

“Stamattina ho potuto constatare come alcuni abbiano dei comportamenti infantili anche quando si parla di tutelare i propri cari. Tanti padri di famiglia sono a casa perché hanno chiuso le attività, altri rischiano pur di portare un tozzo di pane a casa con le consegne a domicilio. Mai come in questi giorni sto sentendo tutto il peso di essere amministratore di una comunità. Aiutatemi e aiutateci a salvare anche solo una vita: sarà merito di tutti voi restate a casa uscite solo se necessario e una volta“. Ennesimo appello al buon senso da parte degli amministratori locali. Ancora una volta è l’assessore alla Protezione civile, Maurizio Aiello, a rimproverare i propri concittadini e a segnalare chi trasgredisce o ha comportamenti a rischio.

“Doposcuola a casa non se ne può fare – chiarisce l’assessore – uscire prendendo con l’auto dalla Lenza o via Fiumegrande o altre vie e confondersi, causando incidenti o bloccando altre macchine non è “spittizza” ma solamente idiozia. Andare all’isola ecologica per delle bottiglie è da folli. La raccolta porta a porta è garantita. Per questo e per tanti altri motivi abbiamo dovuto denunciare penalmente tanti cittadini, che si accorgeranno della superficialità con cui hanno agito solo quando saranno chiamati a difendersi in tribunale”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo