In tendenza

Presentata la XXXVI Val D’Anapo – Sortino

Presentata nella sede dell’Automobile Club Siracusa la gara organizzata da Promotor Sport e AC Siracusa, che dal 4 al 6 giugno sarà seconda prova di TIVM sud e Campionato Siciliano con la validità di Campionato Italiano Bicilindriche Salita

È stata presentata questa mattina nella sede dell’Automobile Club Siracusa la XXXVI Val D’Anapo – Sortino. L’incontro aperto alla stampa e svolto nel pieno rispetto delle vigenti normative sanitarie ha visto al presenza di tutti i maggiori organi di informazione del territorio, che si identifica completamente nell’evento sportivo che da venerdì 4 a domenica 6 giugno sarà il 2° round di Trofeo Italiano Velocità Montagna sud con validità di Campionato Italiano Bicilindriche e Campionato Siciliano Auto moderne e storiche.

A fare gli onori di casa è stato il presidente dell’AC Aretuseo avvocato Pietro Romano, il vice Sergio Imbrò, coordinatore dell’organizzazione, l’assessore allo Sport del Comune di Siracusa Andrea Buccheri, il sindaco di Sortino Vincenzo Parlato e di Melilli Giuseppe Carta, il Ten. Col. Luigi De Paola, comandante del Distaccamento dell’Aeronautica militare siracusano, il Dott. Salvatore Luigi Ficarra, direttore generale Asp Siracusa, il delegato provinciale Aci Sport Manlio Mancuso.

Presenti anche alcuni piloti protagonisti delle scene siciliane e tricolori, come i catanesi Domenico Cubeda, Luca Caruso e Andrea Currenti, ma anche il melillese Luigi Fazzino e un altro catanese di lungo corso Sebastiano Fisichella. Arrivato il messaggio del Delegato/Fiduciario Regionale ACI Sport Daniele Settimo, che ha espresso pieno favore verso la competizione in quello che si è annunciato come l’anno del pieno rilancio delle cronoscalate, dopo i rallentamenti dovuti alla pandemia, grazie alla passione ed alla professionalità degli organizzatori. Anche il messaggio di Alessandro Battaglia, Presidente della Commissione Velocità Salita ACI Sport ha sottolineato come il tracciato della Val D’Anapo Sortino sia unanimamente apprezzato ed improntato alla sicurezza.

“La gara sortinese fa parte della storia sportiva del nostro ente, fatta di eventi di particolare prestigio e ne è la prosecuzione grazie all’entusiasmo ed alla passione degli organizzatori e del Comune di Sortino”, sono state le parole del presidente AC Pietro Romano.

“Il Comune di Siracusa è quest’anno in veste di spettatore – ha sottolineato l’assessore Buccheri – ma desideriamo al più presto mutare il ruolo in co-protagonisti per una gara che tutto il territorio sente propria”.

“La competizione è un evento che riguarda l’intera provincia e di cui gli effetti positivi coinvolgono diversi altri comuni – ha evidenziato Vincenzo Parlato – in primo luogo auspichiamo ad una più diretta e proficua collaborazione con gli altri comuni, a cui desideriamo trasmettere il nostro entusiasmo verso la gara”.

“La Val D’Anapo – Sortino è un evento che noi melillesi sentiamo appieno – ha dichiarato il primo cittadino di Melilli – da sempre ha rappresentato entusiasmo, coinvolgimento e valori positivi, come la scoperta della natura, per la quale andare ad assistere alla gara è occasione preziosa”.

“La storia del nostro distaccamento legata alla città ed all’intera provincia è il motivo della nostra presenza e della nostra vicinanza alla gara a cui forniremo ancora una volta supporto logistico – ha spiegato il Ten. Col. De Paola – con l’AC cittadino si è instaurato un sodalizio, per cui le nostre strade sono parallele”.

“L’evento sportivo con i suoi valori, sia da sprone verso la vaccinazione – è stata la dichiarazione del direttore generale Asp Siracusa Salvatore Lucio Ficarra – essere presenti offre delle opportunità diverse, otre a quelle legate alla lotta contro la pandemia, ma anche quella di promuovere attività sociali efficaci come ‘Tutti in Pista’ con il coinvolgimento sulle auto sportive di ragazzi con problemi di disabilità. Lo sport è un impareggiabile strumento di educazione”.

“È importante il dialogo costruttivo tra tutte le figure coinvolte per lo svolgimento della gara – ha detto Manlio Mancuso – la loro professionalità è garanzia di sicurezza e serenità. Il tracciato sortinese è tra i più sicuri in assoluto. La mia gratitudine da Delegato Provinciale e da sportivo va a quanti parteciperanno e renderanno grande l’edizione 2021”.

“Saranno coinvolte circa 300 persone nell’organizzazione della gara – ha specificato Sergio Imbrò – suddivise tra Ufficiali di Gara, specializzati nel soccorso meccanico e sanitario, vi sarà un team specializzato di decarcerazione. Le operazioni preliminari e l’accredito per quanti saranno ammessi alla gara si svolgerà nella giornata d venerdì presso il vecchio Palazzo Comunale. Saranno osservate tutte le norme vigenti e la gara sarà senza pubblico, benché vi sia una speranza che qualcosa cambi in meglio prima della data di svolgimento”.

Hanno sottolineato la tecnicità del tracciato e la selettività dello stesso tutti i piloti presenti, che hanno espresso all’unanimità il loro apprezzamento per la sicurezza del percorso e per le caratteristiche che lo stesso offre, molto apprezzate da tutti i driver.La gara assegnerà per la prima volta la “Coppa Massimo Di Pietro”,  in memoria del mai dimenticato pilota sortinese, il 2° Memorial “Pippo Laganà, l’Ufficiale di Gara scomparso durante il servizio in gara ed il 2° Memorial “Piero La Pera”, talentuoso pilota etneo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo