Aperture domenicali di supermercati e centri commerciali. C’è l’accordo

Project financing dei contatori idrici a Palazzolo. Il sindaco: “nessuna privatizzazione dell’acqua”

La società incasserà una quota solo sull'effettivo riscosso

I consiglieri di opposizione chiedono lumi alla maggioranza sul project financing dei contatori idrici, paventando una “privatizzazione” del sistema idrico che per referendum è comunque impossibile da applicare.

Il project seguito dall’assessore al ramo Riccardo Messina e dal funzionario del settore idrico, prevede che il Comune con capitale privato sostituirà 5.000 contatori obsoleti. Per gli utenti vi sarà un minore impatto economico e meno evasione ricevendo una bolletta puntuale come prevede la legge. La società incasserà una quota solo sull’effettivo riscosso come avviene in centinaia di comuni.

“Per legge – spiega il sindaco Gallo – i contatori devono essere sostituiti ogni 10 anni. Grazie alla formula del project, saranno sostituiti a costo zero a fronte di una spesa che avevamo stimato di 750.000 euro da restituire in 30 anni di circa 1.145.0000 euro ricorrendo alla cassa depositi e prestiti. Perché dare notizie devianti e prive di fondamento? nessun aggravio economico per l’Ente”.

Il piano prevede la sostituzione di tutti i vecchi contatori con apparecchi elettrici che inviano la tele lettura in automatico e che segnalano anomalie di dispersione, possibilità di emettere bollettazione mensile, bimestrale, trimestrale, manutenzione e garanzia per tredici anni, risostituzione nuovamente a 10 anni di tutti i contatori. “Tutto questo e altro – conclude il sindaco- vi sembra privatizzazione dell’acqua?”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo