In tendenza

Scelti a Canicattini Bagni i progetti finanziati dal Bilancio Partecipativo 2019

Si tratta di “Stop al Bullismo”, “Smash Tennis, un progetto per la comunità” e “Videosorveglianza Stadio comunale”

Sono stati scelti i progetti che verranno finanziati attraverso il Bilancio Partecipativo messo a disposizione dall’Amministrazione comunale di Canicattini Bagni per l’anno 2019, 7.017,45 euro complessive (il 2% dei trasferimenti finanziari regionali di parte corrente), da dividere parimenti per le due aree tematiche individuate per questa edizione: Sport e Pubblica Istruzione.

Quattro i progetti presentati ad ottobre, due per ogni area tematica, e resi pubblici sul sito web del Comune, e che nel pomeriggio di venerdì, sono stati prima illustrati e subito dopo messi in votazione nel corso dell’Assemblea pubblica indetta dal Sindaco Marilena Miceli nell’aula consiliare di via Principessa Iolanda.

Presenti all’assemblea anche alcuni dei componenti del tavolo di validazione dei progetti previsto dal regolamento, tra questi i due capigruppi consiliari, Sebastiano Gazzara per la maggioranza, e Danilo Calabrò per la minoranza, assieme alla Giunta comunale e alla Dirigente dei settori Sport e Pubblica Istruzione del Comune, Dott.ssa Paola Cappè.

Questi i progetti per la Pubblica Istruzione: “Stop al Bullismo” presentato dall’avvocato Rosalia Gionfriddo e indirizzato agli alunni della Scuola Media e del Liceo Scientifico; “Progetto per il Laboratorio teatrale Verga”, presentato dall’Istituto Comprensivo “G. Verga”.

Per lo Sport invece: “Smash Tennis, un progetto per la comunità”, presentato da Santo Lentini per la Soccer Club a.s. dilettantistica Tennis e Beach Tennis; e “Videosorveglianza Stadio comunale” presentato da Concetto Randazzo per la Polisportiva dilettantistica “Città di Canicattini”.

Nell’introduzione dei lavori dell’assemblea, nell’illustrare le modalità di votazione, ricordando che potevano essere dati solo due voti, uno per ogni area tematica, sia il capogruppo Sebastiano Gazzara che il collega Danilo Calabrò, così come il sindaco Marilena Miceli, hanno reso nota la decisione dei due presentatori delle proposte per lo sport, di rimodulare i loro progetti in modo da essere contenuti, parimenti, all’interno della cifra dei 3.508,725 euro assegnata all’area tematica, ed essere così entrambi realizzati a vantaggio degli interessi dell’intera comunità, come è stato sottolineato dagli stessi intervenuti.

Al termine della votazione, alla quale hanno preso parte 86 cittadini, per quanto riguarda l’area tematica della pubblica istruzione è risultato vincente il progetto “Stop al Bullismo” con 48 voti contro i 27 del “Progetto per il Laboratorio teatrale Verga” dell’Istituto Comprensivo della città.

Mentre 6 voti sono stati ottenuti dal progetto sul tennis e 2 da quello sulla videosorveglianza, comunque entrambi già finanziati in virtù della comune decisione di rimodulazione degli stessi.

Sette le schede annullate. Pertanto, alla luce dei risultati dell’assemblea pubblica, le somme del bilancio partecipativo 2019 verranno assegnate al progetto “Stop al Bullismo” per l’area tematica della Pubblica Istruzione, e ai progetti “Smash Tennis, un progetto per la comunità” e “Videosorveglianza Stadio comunale” per l’area tematica relativa allo Sport.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo