Tra i mille luoghi aperti in tutta Italia per le Giornate Fai d’Autunno, anche i Santoni di Palazzolo Acreide

Sarà possibile visitare i Santoni in tutte e quattro le date, dalle 10 alle 16, prenotando il proprio turno di vista direttamente dal sito del Fai

Tra i mille luoghi aperti in tutta Italia nel corso delle Giornate Fai d’Autunno, ci saranno anche i Santoni di Palazzolo Acreide. È stato annunciato dal Fai – Fondo Ambiente Italiano la mattina del 6 ottobre, nel corso della conferenza stampa in diretta nazionale dalla Sala Spadolini del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, durante la quale i Santoni sono stati presentati tra le “chicche nazionali” fruibili proprio nel corso delle Giornate che in via del tutto eccezionale, per questa edizione, si svolgeranno per quattro giorni anziché due: il 17 e 18 ottobre e il 24 e 25 ottobre.

Sarà possibile visitare i Santoni in tutte e quattro le date, dalle 10 alle 16, prenotando il proprio turno di vista direttamente dal sito del Fai. In ottemperanza alle norme emanate per contenere l’emergenza epidemiologica da covid-19, infatti, l’ingresso al sito sarà contingentato e garantito a 15 persone ogni 30 minuti. Un’iniziativa che si pone in continuità con la candidatura dei Santoni a “I Luoghi del Cuore” del Fai, promossa dal comitato informale Mib- Mediblei per Cibele che collaborerà con i volontari Fai della Delegazione di Siracusa per rendere il sito fruibile nei due week-end.

“L’aperura dei Santoni nel corso delle Giornate Fai d’Autunno – afferma il comitato – è per noi, soprattutto, una grande occasione di dialogo e confronto con le istituzioni. Il direttore del Parco Archeologico di Siracusa, Eloro, Villa del Tellaro e Akrai, Carlo Staffile, l’Assessore al Turismo e ai Beni Culturali del Comune di Palazzolo Acreide, Maurizio Aiello e il presidente della delegazione provinciale del Fai, Sergio Cilea, impegnandosi nel rendere possibile questa apertura straordinaria, hanno dimostrato ricettività e sensibilità rispetto al bisogno della comunità di riconoscersi, connettersi e prendersi cura del proprio patrimonio materiale e immateriale. Confidiamo che da questo evento possano maturare le precondizioni per cooperare insieme, pubblico e privati, per la valorizzazione di un luogo che è senza dubbio il perno di tutte le future strategie per il rilancio turistico e culturale del Comune ibleo”.

Dello stesso indirizzo, il vicesindaco e assessore al Turismo e Beni Culturali del Comune di Palazzolo Acreide, Maurizio Aiello che spera “questo sia l’inizio di un percorso che possa andare ben oltre le Giornate d’Autunno del Fai. I Santoni e l’area archeologica, anche alla luce dei recenti scavi, rappresentano un volano importante per la ripartenza della cultura e del turismo legato all’archeologia. Io, tra l’altro, ho già votato per i Santoni a “I Luoghi del Cuore” e invito tutta la cittadinanza a farlo e a supportare un comitato che mette insieme studiosi e professionisti, per un progetto di valore per tutto il territorio”.

Nel solco di questa rinnovata collaborazione tra ente pubblico e iniziativa privata, i lavori di pulizia del sito archeologico in vista delle Giornate Fai d’Autunno, saranno svolti dalle squadre comunali, affiancate dai membri del comitato Mib- Mediblei per Cibele; un’azione corale importante per ribadire che il patrimonio storico, archeologico e artistico di una comunità è patrimonio anzitutto della comunità stessa e a conferma che politiche di valorizzazione comunitaria di un bene possono rivelarsi un’insperata risorsa anche per le istituzioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo