In tendenza

UniAmo Palazzolo chiede le dimissioni del presidente del Consiglio comunale Francesco Tiné

"Ci si augura che il nostro suggerimento sia preso in seria considerazione per una questione di coerenza nelle scelte da parte di colui che ricopre un importante ruolo autorevole e di primo piano per la comunità palazzolese"

Il Gruppo consiliare UniAmo Palazzolo chiede al presidente del Consiglio comunale di Palazzolo Acreide, Francesco Tinè, di dimettersi dal ruolo in vista delle elezioni. I consiglieri Sebastiano Lamesa, Pietro Spada, Piera Giangravè e Itria Valvo, infatti, prendono atto della scelta di Tinè di abbandonare il gruppo politico a cui appartiene da 5 anni (e “grazie al quale per ben cinque anni ha ricoperto la carica di presidente del Consiglio”) per schierarsi con Francesco Magro e la sua lista civica “Obiettivo Comune”. In contrapposizione con l’attuale sindaco, Salvatore Gallo.

“Non si entra nel merito della scelta, ovviamente dettata da ragioni politiche o da divergenze di visione che dir si voglia – scrivono in una nota – ma è evidente che da parte di una figura istituzionale di così grande rilievo, espressione della volontà dei consiglieri che, all’inizio del loro mandato, lo hanno scelto come Presidente del Consiglio, sarebbe un gesto “nobile per la propria comunità” dimettersi dalla carica di Presidente del Consiglio con effetto immediato, e “dedicare il suo tempo” al nuovo percorso politico che ha deciso di intraprendere per il suo futuro, senza lesinare apprezzamenti ingiusti verso i suoi ex-ormai compagni di avventura, che alle proposte partitiche e alle opportunità di crescita personale, hanno sempre messo prima le istanze della comunità. Ci si augura che il nostro suggerimento sia preso in seria considerazione per una questione di coerenza nelle scelte da parte di colui che ricopre un importante ruolo autorevole e di primo piano per la comunità palazzolese”.

Si voterà a giugno, al momento dovrebbero essere 3 i candidati: Giulia Licitra, Francesco Magro e Salvatore Gallo. Quest’ultimo sostenuto dal vicesindaco Maurizio Aiello, da 5 anni alla guida del turismo e di grandi eventi che hanno caratterizzato in questi anni la cittadina Iblea: “siamo stati protagonisti di una stagione di rilancio turistico e sociale che è evidente, rispetto agli ultimi anni. E nel mezzo un’emergenza a cui abbiamo dato due anni di vita personale e amministrativa. Se la comunità ci riconosce queste cose, siamo pronti a ricompattarci ancora una volta con Gallo sindaco Molti consiglieri sono cresciuti dal punto di vista amministrativo e potranno essere ancora più utili alle sfide post covid, del Pnrr, della rigenerazione culturale e ambientale”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo