In tendenza

Unione dei Comuni Valle degli Iblei. Auteri dopo le dimissioni di Caiazzo: “avevo ragione”

"Spero che le mie parole e le dimissioni del sindaco Caiazzo da presidente siano uno stimolo per rinnovare l’Unione dei Comuni e rilanciarla in vista della sfida con i fondi del Pnrr"

“Lo avevo detto chiaramente in tempi non sospetti: così l’Unione dei Comuni Valle degli Iblei non ha alcun motivo di esistere. Le dimissioni del presidente Alessandro Caiazzo, sindaco di Buccheri, dimostrano la veridicità delle mie parole quando contestavo gli autobus turistici vecchi ma spacciati come nuovi e sono stato tacciato di volere il male di questo ente”. Carlo Auteri, imprenditore culturale e consigliere comunale di Sortino, interviene così sulle dimissioni del sindaco di Buccheri Alessandro Caiazzo da presidente pro tempore dell’Unione dei Comuni Valle degli Iblei.

“Con l’ex Provincia e l’ufficio provinciale turistico ormai allo sbando, avevo detto, è rimasta solo l’Unione a provare a coinvolgere tutti i comuni iblei ma procedendo senza criterio. La scelta del presidente Caiazzo è stata forte, importante, un segnale duro che avrebbero dovuto dare anche i predecessori e conferma le mie impressioni – aggiunge – L’Unione al momento avrebbe più dirigenti che dipendenti e le liti di due capi settore dimostrano l’incapacità di portare a termine appalti e lavori semplici come la dotazione di appena 3 bus turistici se non dopo 5 anni di attesa e di sosta dei mezzi nei parcheggi. Spero che le mie parole e le dimissioni del sindaco Caiazzo da presidente siano uno stimolo per rinnovare l’Unione dei Comuni e rilanciarla in vista della sfida con i fondi del Pnrr.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo